• GreenStyle
  • Energia
  • Quarto Conto Energia: le indicazioni di Fiper prima della Conferenza Stato-Regioni

Quarto Conto Energia: le indicazioni di Fiper prima della Conferenza Stato-Regioni

Quarto Conto Energia: le indicazioni di Fiper prima della Conferenza Stato-Regioni

La FIPER scrive alla Conferenza Stato-Regioni per chiedere che gli incentivi alle fonti rinnovabili siano maggiormente determinati nell'ambito dello scenario italiano

In vista del 28 aprile 2011, giorno in cui si terrà la tanto attesa Conferenza Stato-Regioni, ecco un’altra lettera aperta rivolta a tutti coloro che saranno chiamati a mettere l’ultima parola alla Bozza del Quarto Conto Energia. La missiva è stata resa nota ieri e la firma è quella di Walter Righini, presidente della Federazione Italiana Produttori Energie Rinnovabili, la FIPER.

Nella lettera, Righini sottolinea la necessità di esaminare attentamente i sistemi di incentivi alle fonti rinnovabili in modo che possano essere inquadrati correttamente nello scenario esistente in Italia e riconoscendo, in particolare, l’importanza dovuta anche alla produzione di energia termica.

Nella nota si legge:

Si ricorda che per il raggiungimento degli obiettivi del PAN presentato lo scorso luglio all’esame della UE, l’incidenza del settore delle biomasse (solide, gassose, liquide) rappresenta rispettivamente: energia elettrica 20%, energia termica 58%, trasporti 84%”.

Secondo FIPER, tralasciando il fatto che tali valori sarebbero fortemente sottostimati, questa filiera è perfettamente avviata in Italia e, al contrario di altre tecnologie, non richiede l’importazione dall’estero della relativa componentistica.

La nota, quindi, si conclude affermando che:

Il Decreto prevede espressamente l’applicazione dei criteri di efficacia e di efficienza attraverso il riordino e il potenziamento dei vigenti sistemi di incentivazione e stabilendo un quadro generale di produzione di energia da fonti rinnovabili e di efficienza energetica in misura adeguata al raggiungimento degli obiettivi. L’Associazione ritiene che qualunque incentivo vada determinato nel quadro generale di reali e concrete opportunità, valutando e tenendo conto dei costi e benefici connessi e garantendo quindi uno sviluppo equilibrato di tutte le fonti rinnovabili disponibili sul territorio nazionale.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

VII Forum Qualenergia: intervista a Pietro Colucci di Innovatec e Kinexia