Quarta malattia o scarlattinetta: sintomi e rimedi naturali

Quarta malattia o scarlattinetta: sintomi e rimedi naturali

Come si manifesta la quarta malattia, parente stretta della scarlattina, che genera esantema e mal di gola: sintomi, contagio e rimedi fai da te.

La quarta malattia fa parte del gruppo di malattie esantematiche tipiche della prima infanzia. Chiamata anche scarlattinetta, deve questo nome alle numerose analogie con la scarlattina, di cui rappresenta una forma più lieve e contenuta. La quarta malattia, nota anche come morbo di Duke dal nome del medico che per primo ha scoperto questa patologia, è stata numerata proprio perché un tempo si pensava che le malattie esantematiche comparissero secondo un ordine temporale preciso: secondo la letteratura scientifica, infatti, il quarto posto avrebbe dovuto seguire le più note morbillo, scarlattina e rosolia, precedendo invece la quinta e la sesta malattia.

Sintomi e contagio

Febbre

La quarta malattia potrebbe essere causata da un batterio specifico, lo streptococco beta emolitico di gruppo A, tuttavia sono in molti a ritenere che dietro questa patologia si celi il contagio di un enterovirus della famiglia dei Coxackie, responsabili anche di causare la cosiddetta malattia “bocca mani piedi”. Il pediatra potrebbe prescrivere l’esecuzione un tampone faringeo proprio per escludere la presenza di streptococco, eventualmente consigliando l’assunzione di antibiotici specifici. In ogni caso, la scarlattinetta si manifesta inizialmente con il susseguirsi di una rosa di sintomi:

  • febbre;
  • nausea e vomito;
  • sonnolenza e stanchezza;
  • inappetenza;
  • disturbi intestinali;
  • mal di gola;
  • ingrossamento dei linfonodi.

Per quanto riguarda la comparsa dell’esantema, solitamente si sviluppa un’eruzione cutanea composta da piccoli punti rosati abbastanza ravvicinati che coinvolge, principalmente, l’inguine e i glutei, i palmi delle mani e dei piedi. Possono manifestarsi vesciche, petecchie o anche nessuna di queste forme, tanto che non sono rare alcune forme asintomatiche. L’esantema, inoltre, dura solitamente da quattro a cinque giorni e può dare origine a una lieve desquamazione della pelle.

Il contagio, invece, avviene principalmente attraverso piccole gocce di saliva o di muco e dal contatto con il virus o il batterio e la comparsa dei sintomi possono trascorrere alcuni giorni. In ogni caso, il pericolo di contagio è notevole fino alla comparsa delle macchie cutanee.

Rimedi naturali

Olio calendula

Come le altre malattie esantematiche, anche la scarlattinetta si risolve spontaneamente nell’arco di pochi giorni e la cura consiste nell’assunzione di farmaci che possano abbassare la febbre e dare sollievo in caso di mal di gola. È possibile, tuttavia, fare riferimento ad alcuni rimedi naturali utili sia per dare sollievo al cavo orale infiammato sia al prurito causato dall’esantema:

  • assumere un cucchiaino di miele tiepido con un paio di gocce di limone, ottimo antibatterico naturale e perfetto per alleviare il fastidio;
  • preparare un bagno di avena, semplicemente collocando nell’acqua tiepida della vasca un sacchetto traspirante pieno di avena tritata, strizzandolo in modo da far uscire il prezioso latte emolliente e immergendosi per almeno un quarto d’ora;
  • olio essenziale di cajeput ricavato dalla Melaleuca leucadendron, da usare per massaggiare la pelle unitamente a un olio vegetale vettore, come quello di mandorle dolci;
  • amido di riso in polvere da sciogliere in acqua tiepida e usare per il bagno, in modo da idratare la pelle e limitare la desquamazione;
  • pomata alla calendula da spalmare delicatamente sulla pelle, facendola assorbire in modo lento e graduale.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Four Seasons Natura e Cultura: camminare per la salute del corpo e della mente