Provincia di Treviso dona alberi agli studenti per ridurre la CO2

Provincia di Treviso dona alberi agli studenti per ridurre la CO2

Fonte immagine: Pixabay

Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso, ha intenzione di regalare un albero per ogni studente che aderisce al progetto di riqualificazione.

Un albero per ogni studente. È la proposta di Stefano Marcon, presidente della Provincia di Treviso, che ha intenzione di avviare un progetto virtuoso che metta insieme scuola e fattori ambientali.

Ogni studente che aderisce al progetto potrà avere un albero a disposizione da piantare dove più desidera. L’obiettivo è duplice: da una parte ridurre gli effetti nocivi dello smog e mitigare la temperatura della zona, dall’altra fare sensibilizzazioni con i più giovani che, finalmente, stanno prendendo a cuore la lotta ai cambiamenti climatici. Marcon sull’iniziativa messa in campo ha dichiarato:

La marcia per il clima, che qualche giorno fa ha mobilitato milioni persone in tutto il mondo, soprattutto giovani, nella lotta per un ambiente più pulito ed impegnato a fermare il riscaldamento globale, merita il nostro impegno a livello locale, globale, politico e gestuale. Stili di vita, scelte ed azioni che siano contributo costante, fattivo e responsabile, negli esempi e negli incentivi, che i giovani stessi e la loro sensibilità virtuosa hanno dimostrato di saper indirizzare.

Gli alberi donati saranno quelli maggiormente in grado di stoccare la CO2 nel terreno come il Celtis australis, la Tilia cordata, il Carpinus betulus e l’Acer campestre. Il presidente di Provincia di Treviso ha già fatto passare la circolare nelle scuole interessate e adesso la scadenza per le adesioni è fissata al 30 aprile 2019.

Una volta raccolti i nominativi degli aderenti, le piante saranno consegnate presso la scuola di appartenenza. I potenziali aderenti sono circa 40 mila, un numero non banale, che può davvero trainare la riqualificazione ambientale del luogo. Come ha concluso Marcon:

Gli studenti che sottoscrivono questa responsabilità dovranno impegnarsi non solo a piantare l’albero donato, ma curarne la crescita diventando veri protagonisti nel combattere l’inquinamento e migliorare l’aria del futuro.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Lo stato del cambiamento climatico