• GreenStyle
  • Consumi
  • Prosciutto a rischio Listeria: Carrefour ne dispone ritiro in Francia

Prosciutto a rischio Listeria: Carrefour ne dispone ritiro in Francia

Prosciutto a rischio Listeria: Carrefour ne dispone ritiro in Francia

Maxi richiamo in Francia di vaschette di prosciutto contaminate dal batterio Listeria, tra cui quelle di Carrefour e Le Foué: ecco i dettagli.

Allerta alimentare in Francia per il maxi richiamo di migliaia di confezioni di prosciutto di diverse marche poiché contaminato da Listeria, responsabile di un’infezione batterica che può provocare disturbi gastrointestinali, ma anche la febbre nei casi più gravi.

Come segnalato da 60 millions de consommateurs, tutto è iniziato il 6 febbraio con l’annuncio da parte di Carrefour del ritiro di due lotti di prosciutto crudo Carrefour venduti in una confezione da 120 grammi. A ruota poi è arrivato il turno di Le Foué, che ha ritirato 10.800 vassoi di questo affettato, seguito a sua volta anche dai marchi dei principali distributori francesi Casino, Leader Price e Monoprix.

Si apprende anche l’origine della problematica che ha causato la contaminazione da Listeria nel prosciutto in vaschetta di tutti questi marchi: Carrefour, Le Foué e gli altri comprano tutti dalla fabbrica di Goussainville di Paul-Prédault, dove effettivamente è stata rilevata una contaminazione a seguito di un controllo avuto luogo il 26 gennaio, dieci giorni prima del primo richiamo da parte di Carrefour. In totale, sono sette i marchi che vendono prosciutto interessati a tale contaminazione, per tale motivo tutti i lotti prodotti nello stabilimento – acquisito l’anno scorso dal gruppo cooperativo Cooperl – tra il 16 e il 26 gennaio sono stati richiamati.

A ogni modo, secondo il produttore Paul Prédault, il livello di contaminazione da Listeria riscontrato sarebbe talmente basso (10 CFU per grammo) da non costituire un pericolo per la salute. Non è però la prima volta che si assiste a un fenomeno del genere sul prosciutto, che presenta alti profili di rischio a causa soprattutto di due ingredienti, dai quali è bene stare alla larga: fosfati e nitriti.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Alfonso Pecoraro Scanio