• GreenStyle
  • Consumi
  • Produzione e consumo più sostenibili: i 3 obiettivi di Granarolo

Produzione e consumo più sostenibili: i 3 obiettivi di Granarolo

Produzione e consumo più sostenibili: i 3 obiettivi di Granarolo

Fonte immagine: iStock

Nei prossimi 3 anni il gruppo porterà avanti un piano che prevede più benessere animale, drastica riduzione della plastica e lotta allo spreco.

Più benessere animale, una drastica riduzione della plastica e un concreto piano anti-spreco, da portare avanti insieme a consumatori e istituzioni. Sono gli obiettivi che il gruppo Granarolo si è prefissato per i prossimi tre anni, in risposta al 12 goal di sviluppo sostenibile concordato dalle Nazioni Unite, che prevede un consumo e una produzione sempre più responsabili.

Mondo agricolo atteso a un ruolo da protagonista nel processo evolutivo a cui andrà incontro l’allevamento da latte. Come ha spiegato Gianpiero Calzolari, presidente Granarolo:

Il drastico cambiamento che sta interessando l’allevamento da latte sta ridisegnando i profili dei principali distretti produttivi: il mondo agricolo saprà essere il vero protagonista di questo processo quanto più saprà evolversi nella responsabile consapevolezza del proprio ruolo strategico. Come Granarolo vogliamo promuovere un’offerta alimentare di qualità, che sostenga la crescita dei produttori, preservando le nostre risorse naturali.

Per portare avanti l’iniziativa nel triennio 2019 – 2021, Granarolo sta quindi operando su tre obiettivi differenti in linea con i pricipi dello sviluppo sostenibile. Il primo prevede di innalzare lo standard del benessere animale nelle stalle e raggiungere un punteggio minimo di 70/100 in tutte quella della filiera Granarolo-Granlatte già certificate. A oggi questo punteggio è stato raggiunto da 336 stalle, per circa il 63% del latte conferito. In concreto il gruppo promuoverà incontri di formazione con gli allevatori e incontri con crediti formativi con i veterinari aziendali, accompagnati da una più attenta gestione dell’uso dei farmaci finalizzata alla riduzione e alla migliore efficacia terapeutica.

Il secondo obiettivo prevede quindi una riduzione drastica della plastica negli imballaggi primari e secondari, l’inserimento di plastica riciclata per le bottiglie del latte e le confezioni dei formaggi e il recupero degli imballaggi del latte reso dal mercato. Già dallo scorso marzo il gruppo aveva lanciato una bottiglia composta dal 20% di plastica riciclata, con l’obiettivo di arrivare entro fine anno al 50% su tutte le bottiglie. Insieme a questo la sperimentazione di materali alternativi e la creazione di meccanismi premianti per consumatori e retailer che possano incentivare la raccolta e il riciclo. Prosegue Calzolari:

La vera sfida sarà coinvolgere i consumatori nella raccolta di plastiche alimentari che noi utilizzeremo per fare altre bottiglie, senza passaggi intermedi.

L’ultimo obiettivo è invece quello di portare avanti il piano anti-spreco su latte e latticini, in sinergia con istituzioni, clienti e consumatori e arrivare al -10% di resi sul mercato italiano (circa 123mila tonnellate). Valore che corrisponde a 1.400 tonnellate di CO2 equivalenti, pari all’illuminazione annua di una città di circa 20mila abitanti. Per ottenere quest’ultimo risultato, Granarolo sta lavorando su più fronti: il principale è l’allungamento della vita commerciale dei prodotti, che consentirebbe da un lato di arginare lo spreco alimentare, dall’altro di fare più “scorta” settimanale. Ha concluso Calzolari:

Stiamo allungando il periodo di vita dei nostri prodotti. Ora servono leggi che favoriscano la durabilità degli stessi, il loro mantenimento e una tassazione che non colpisca il lavoro, ma l’energia e i materiali utilizzati.

A questo seguiranno altri tre spunti, in tre campagne pubblicitarie differenti: una per una gestione più sostenibile dei prodotti in casa, una dedicata ai nuovi usi per i prodotti in scadenza e una, infine, per un corretto smaltimento.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Annalisa Corrado