Pressione alta: il sale non provoca ipertensione

Pressione alta: il sale non provoca ipertensione

Il sale non è un nemico della pressione, a sostenerlo uno studio condotto in Francia.

Il sale non favorisce la pressione alta. A smentire uno dei temi ormai ricorrenti nell’alimentazione sana i dati del NutriNet-Santé Study, uno studio di coorte francese condotto su web, in base ai quali l’utilizzo di tale condimento non risulterebbe collegato a un aumento dei rischi connessi all’ipertensione.

Lo studio è stato condotto su 8.670 volontari francesi in età adulta. Al termine del quale i ricercatori hanno concluso come, secondo loro, l’importanza del sale nel provocare l’ipertensione sia sopravvalutata e che il rapporto su come il condimento interagisca sulla pressione sanguigna sia legato in maniera più complessa ai diversi stili di vita.

Viene quindi escluso dai ricercatori ogni collegamento diretto tra sale e ipertensione, malgrado gli stessi esperti dichiarino come alti livelli nel sangue della sostanza siano stati rinvenuti nei soggetti ipertesi. Questo sarebbe però dovuto, spiegano, dagli effetti derivati da uno stile di vita che porta al consumo di bevande alcoliche, dall’età e dal proprio Indice di Massa Corporea. Queste le conclusioni tratte dagli esperti:

Fermare l’incremento del peso dovrebbe essere il primo obiettivo nella popolazione per contrastare l’ipertensione epidemica. L’Indice di Massa Corporea dovrebbe essere il fattore modificabile principale tra le possibili variabili nel controllo della pressione sanguigna.

La pressione sanguigna sistolica si è rivelata più alta nei partecipanti con un IMC più elevato. L’alcol è stato associato positivamente con la pressione alta in ambo i sessi.

Il sale invece non è stato più associato all’ipertensione in nessuno dei due sessi dopo che erano state apportate molteplici modifiche ai fattori di rischio per la pressione alta.

Scettici riguardo tali risultati i ricercatori e gli esperti del CDC (Centres for Disease Control and Prevention), negli USA. Secondo quanto ha affermato Janelle Gunn:

Noi consideriamo la totalità del corpo scientifico. Una vasta maggioranza di studi scientifici conferma che al calare del sodio anche la pressione del sangue risulta ridotta.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Sostenibilità in agricoltura: intervista a Carlo Alberto Pratesi