Presepi di Ossana: plastic-free e illuminati dai batteri

Presepi di Ossana: plastic-free e illuminati dai batteri

Presepi di Ossana illuminati da elettricità generata dai batteri e mercatini di Natale Plastic-free tra le novità 2019.

L’edizione 2019 dei Presepi di Ossana si caratterizza per la sostenibilità e la lotta alla plastica. Diverse tra le opere esposte punteranno a promuovere i valori della tutela ambientale, come ad esempio quello a grandezza naturale e realizzato utilizzando legno certificato FSC proveniente dal Trentino. Tra le curiosità quello realizzato dall’architetto Elisabetta Corneo utilizzando la pasta frolla.

Presepi elemento di tradizione, ma anche opportunità per mostrare alcune innovazioni tecnologiche a supporto della sostenibilità ambientale. Un esempio è fornito da un progetto di tre universitari, due dei quali provenienti dal Centro di Biologia Integrata (Cibio) dell’Università di Trento. Grazie all’impiego di celle a combustibile microbiologiche integrate sarà possibile ottenere elettricità “verde” dalle reazioni chimiche di batteri che di norma vivono nel sottosuolo, e alimentare a costo zero (e in maniera ecologica) l’illuminazione delle opere. L’inaugurazione è prevista per domenica 1 dicembre alle ore 16.

Tra le principali novità di quest’anno anche il divieto di utilizzare plastica monouso in tutti gli stand dei mercatini di Natale, che come di consueto accompagneranno la manifestazione presepistica. Non sarà consentito l’utilizzo di bottiglie, piatti, bicchieri o posate usa e getta realizzate con materiali plastici. Come ha dichiarato il sindaco di Ossana, Luciano Dell’Eva:

Questi presepi sono uno strumento comunicativo formidabile per ricordare che non si deve più pensare di slegare la celebrazione del Natale e le attività turistiche dalla tutela ambientale e del tessuto produttivo locale. Senza i nostri artigiani, i nostri agricoltori, i nostri allevatori la montagna non esisterebbe. Sono un baluardo indispensabile per la gestione attiva del territorio e la sua conservazione futura.

Fonte: Adnkronos

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccolta beach litter: intervista con Laura Brambilla – Legambiente