• GreenStyle
  • Auto
  • Porsche Taycan: la produzione sarà a impatto quasi zero

Porsche Taycan: la produzione sarà a impatto quasi zero

Porsche Taycan: la produzione sarà a impatto quasi zero

Fonte immagine: Porsche

Alluminio con biossido di titanio trasformerà gli ossidi di azoto in acqua e nitrati rendendo la produzione della Porsche Taycan a impatto quasi zero.

La Porsche Taycan, futura sportiva completamente elettrica del celebre marchio di Zuffenhausen, avrà un impatto ridotto sull’ambiente e non solo per le zero emissioni allo scarico garantite dal suo sistema propulsivo, ma anche per delle interessanti quanto innovative soluzioni che Porsche intende adottare nell’impianto in cui la supercar verrà costruita.

Oggetto di studio sono le superfici della facciata dell’impianto, che saranno realizzate tramite pannelli di alluminio rivestiti di biossido di titanio. Questo materiale ricoprente ha la funzione di fare da catalizzatore per le particelle di NOx, ovvero gli ossidi di azoto, in modo da scomporle e trasformarle in prodotti finali come acqua e nitrati, quindi senza alcun impatto negativo sull’ambiente, ma contribuendo anzi a ripulire l’aria. Il processo chimico funziona grazie ai raggi solari e richiede solamente un basso tasso di umidità per poter rendere al meglio.

Porsche sta al momento sperimentando questa soluzione su una superficie di 126 metri quadrati, ma nel caso in cui il funzionamento dovesse rivelarsi in linea con le aspettative dei tecnici, è quasi certo che si potrà impiegare anche su superfici maggiori e che verrà esteso ad altri edifici.

Lo stabilimento in cui sarà assemblata la Porsche elettrica è in preparazione nell’area industriale di Stoccarda, nella stessa zona di Zuffenhausen diventata negli anni un luogo-simbolo della storia marchio tedesco.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista a Davide Mercati – Aboca