Pomata all’arnica: la ricetta per prepararla

Pomata all’arnica: la ricetta per prepararla

Fonte immagine: DSCF0550 di Rob via Flickr

La pomata all'arnica può essere facilmente preparata a casa: si tratta di un rimedio naturale utile in caso di dolori articolari, contusioni e lividi.

La pomata all’arnica serve per combattere contusioni, lividi, dolori e rigidità muscolari. La pianta dell’arnica può essere alta fino a 60 cm e ha un fiore dai colori gialli sgargianti. Veniva utilizzata sotto forma di pomate e creme già nel 15° secolo.

Le pomate a base d’arnica si prestano a vari utilizzi. Usata a lungo contro le contusioni, è utile anche in caso di dolori di origine muscolare e articolare, di distorsioni, di stiramenti, di flebiti superficiali, di gonfiori e di infiammazioni causate da punture d’insetto.

Le radici della pianta sono molto utili perché contengono timolo: non sono utilizzate solo per alleviare le infiammazioni, ma anche come conservanti o fungicidi. In gel, invece, l’arnica è ottima contro dolori da osteoartrosi.

Spesso le pomate a base di arnica sono scelte per diminuire le infiammazioni, così come per far cicatrizzare i tessuti dopo operazioni di chirurgia plastica. Anche gli appassionati di sport possono beneficiarne per alleviare i dolori muscolari.

Pomata all’arnica

Comfrey & Arnica muscle rubs
Fonte: Comfrey & Arnica muscle rubs di Smoobs via Flickr

Ingredienti per 100 ml di prodotto:

  • 80 g di oleolito di arnica in olio di vinacciolo;
  • 12 g di cera di soia (non OGM) o di mimosa;
  • 8 ml di tintura madre di arnica;
  • 30 gocce di olio essenziale di canfora;
  • 30 gocce di olio essenziale di lavanda.

Preparazione:

Scaldate a bagnomaria l’oleolito di arnica e la cera, a una temperatura massima di 70°C. Quando la cera di sarà sciolta completamente, aggiungete l’olio essenziale di canfora e l’olio essenziale di lavanda, quindi mescolate per 2 minuti circa. Fate raffreddare per circa 3 minuti e versate la pomata in un vasetto prima che diventi solida. Quando si sarà completamente raffreddata, potrete chiudere ermeticamente il vasetto.

Questa preparazione può essere conservata a temperatura ambiente e lontano da fonti di calore, per circa 2 anni. Per dar vita a questa crema, a loro volta, possono essere preparati a casa anche la tintura madre di arnica e l’oleolito di arnica, le cui ricette sono descritte nei paragrafi di seguito.

Tintura madre di arnica

Inula helenioides, falsa arnica,Les Llambardes
Fonte: Inula helenioides, falsa arnica,Les Llambardes di Angela Llop via Flickr

Ingredienti:

  • 10 g di fiori di arnica;
  • 100 ml di alcool 60°.

Preparazione:

Inserire i fiori di arnica in un vasetto di vetro e ricoprirli con l’alcol. Comprimete i fiori e lasciate macerare per 2 settimane. Filtrate la tintura con un colino e versatela in una boccetta scura dotata di contagocce.

Oleolito di arnica

Ingredienti:

  • 50 g di fiori di arnica;
  • 500 ml di olio vinacciolo.

Preparazione:

Mettete i fiori in un vaso di vetro e ricopriteli con l’olio vinacciolo. Il vaso va esposto al sole per alcune ore al giorno e i fiori vanno lasciati macerare per un mese. Dopodiché, filtrate l’oleolito in un colino e spremete per recuperare più olio possibile. Conservate in un contenitore chiuso al fresco e al buio.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 usi del bicarbonato