• GreenStyle
  • Consumi
  • Polartec realizza il primo tessuto che riduce le fibre disperse in mare

Polartec realizza il primo tessuto che riduce le fibre disperse in mare

Polartec realizza il primo tessuto che riduce le fibre disperse in mare

Grazie ad un innovativo sistema di incapsulamento, Polartec riesce ad impedire che le fibre fuoriescano e si disperdano nell'ambiente

Il settore tessile è tra i grandi responsabili dell’inquinamento marino. A dimostrarlo, uno studio condotto da ricercatori dell’Università di Barcellona che ha rilevato una forte presenza di fibre tessili colorate lunghe tra 3 e 8 mm nei mari dell’Europa meridionale. Tali fibre – soprattutto cotone, lino e poliestere – provengono principalmente da lavatrici domestiche e industriali  (una lavatrice può rilasciare fino a 700.000 microfibre in un solo utilizzo) e sono state ritrovate fino a 2.000 metri di profondità.

“Alcune di queste microfibre sintetiche sono realizzate in plastica, che non si degrada a breve e può contenere additivi chimici, che possono essere facilmente incorporati nella rete trofica”, sottolinea Anna Sánchez Vidal, ricercatrice del dipartimento  Earth and Ocean Dynamics dell’università di Barcellona. Per ridurre la presenza di queste fibre è necessario “avanzare nella ricerca e nell’innovazione nell’industria tessile, nella progettazione di filtri efficaci per lavatrici, nel trattamento delle acque reflue e nella promozione di abbigliamento sostenibile”, conclude Sánchez Vidal.

Proprio con questo obiettivo Polartec, azienda leader nella produzione di soluzioni tessili innovative, ha unito le forze con Houdini Sportswear per creare la nuova giacca Power Air Houdi, realizzata con una tecnologia in grado di disperdere nell’ambiente 5 volte meno microfibre rispetto ai tessuti tradizionale.

Grazie al tessuto Polartec Power Air e ad un involucro a maglia che avvolge le fibre, si impedisce infatti che queste ultime fuoriescano e si disperdano nell’ambiente.  Inoltre la superficie liscia e a basso attrito del tessuto Power Air ha una lunga durata, è certificata Bluesign e realizzata al 54% in poliestere riciclato:non solo previene la dispersione di fibre in mare, ma è quindi anche realizzata con materiali riciclati. Il tutto senza dimenticare il comfort: la griglia simmetrica della maglia permette di trattenere il calore come un tessuto pluriball.

“Houdini condivide il nostro impegno a intraprendere azioni significative che migliorano la sostenibilità dei nostri prodotti: della catena di fornitura al confezionamento dei capi”, spiega il Presidente Polartec Steve Layton. “Polartec Power Air segna un altro passo avanti verso un modo completamente nuovo di produrre tessuti e ha il potenziale per essere il nostro sviluppo più significativo da quando abbiamo intrapreso il processo di trasformazione di bottiglie di plastica post-consumo in tessuti”.

Il lancio di Polartec Power Air segna un punto di partenza. “Dopo una lunga ricerca, sviluppo e test sul campo, possiamo finalmente presentare il risultato finale: un capo di isolamento elastico di ultima generazione con un comfort di stratificazione superiore, caratterizzato da un tessuto che cattura l’aria grazie al particolare processo di lavorazione delle fibre”, afferma il design director di Houdini Jesper Danielsson.

Houdini ha lavorato per limitare il rilascio di fibre fin dal 2013 e ora, con l’obiettivo di essere la prima azienda outdoor al mondo completamente “circolare”, lancerà a fine gennaio, durante ISPO (la fiera di abbigliamento sportivo di Monaco), la nuova collezione Autunno / Inverno 2020 i cui capi saranno realizzati con almeno il 50% di fibre riciclate e riciclabili.

“Per creare un mondo senza sprechi, dobbiamo assicurarci che i
prodotti siano realizzati con materiali riciclati e riciclabili”, ha dichiarato il CEO di Houdini, Eva Karlsson. “Si tratta di scegliere tecnologie che funzionano in collaborazione con la natura piuttosto che a sue spese. ”

Prodotto di punta della nuova collezione sarà il Mono Air Houdi.
Questa giacca in pile, sviluppata in collaborazione con Polartec, permetterà anch’essa di disperdere fino a cinque volte meno fibre nell’ambiente e sarà realizzata con il 73% di tessuti riciclati.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccolta beach litter: intervista con Laura Brambilla – Legambiente