Plastica: stop alle salviette umidificate in Gran Bretagna

Plastica: stop alle salviette umidificate in Gran Bretagna

La Gran Bretagna sta per dire basta alle salviette umidificate: inquinano l'ambiente e stanno modificando la forma del fiume Tamigi.

La Gran Bretagna pianifica di eliminare le salviette umidificate. Il provvedimento farà parte dei piani del governo volti tagliare drasticamente i rifiuti di plastica, entro i prossimi decenni, per combattere l’inquinamento ambientale.

Il Dipartimento per l’ambiente, l’alimentazione e gli affari rurali (Defra) ha dichiarato che sta cercando di sradicare i rifiuti in plastica usa e getta, tra cui prodotti monouso come appunto tale tipologia di salviette. Come si legge nel comunicato:

Come parte del nostro piano ambientale venticinquennale, ci siamo impegnati a eliminare tutti i rifiuti di plastica evitabili, e questo include prodotti monouso di materiale plastico come come le salviette umidificate.

La mossa significa che i produttori dovranno trovare il modo di rendere le salviette umidificate biodegradabili oppure che i consumatori dovranno alla fine farne a meno. Comunemente utilizzate anche in Italia e in tutto il globo per struccarsi o per la pulizia dei neonati, il problema è che sono realizzate in poliestere, che è un materiale plastico non biodegradabile.

Lo scorso mese una indagine condotta dall’associazione ambientalista Thames21 ha scoperto che vi sono così tante salviettine umidificate nel Tamigi da riuscire cambiare la forma del letto del fiume. In un solo tratto – vicino al ponte di Hammersmith – ne sono state raccolte 5453 unità, una quantità enorme che evidenzia quanto questo problema sia da affrontare urgentemente.

Seguici anche sui canali social