Plastica addio nei lidi pugliesi, le stoviglie saranno ecosostenibili

Plastica addio nei lidi pugliesi, le stoviglie saranno ecosostenibili

Fonte immagine: Pixabay

L’associazione di categoria dei lidi pugliesi ha invitato tutti i suoi aderenti a ridurre la plastica monouso sostituendola con materiali sostenibili.

Non basta la raccolta differenziata dei rifiuti per salvare il mare dalla plastica. Anche i lidi devono adottare nuove strategie per poter diminuire la plastica prodotta e che potenzialmente – a causa dell’inciviltà dei bagnanti – può finire in mare. La CNA balneari Puglia, associazione di categoria che rappresenta più di 200 lidi, ha affermato che dalla prossima estate gli stabilimenti aderenti al loro ente sostituiranno le stoviglie in plastica monouso con equivalenti contenitori ecosostenibili in cellulosa biodegradabile e carta.

L’iniziativa è in linea con le direttive europee che dal 2021 metteranno al bando moltissimi prodotti in plastica monouso che ritroviamo in mar come rifiuti: cannucce, bastoncini, bicchieri e bottigliette in plastica solo per citarne alcuni. Il presidente di CNA Balneatori Fabrizio Santorsola spiega così l’iniziativa:

La ragione sta nel fatto che attualmente, secondo il rapporto del Parlamento europeo, bottiglie e tappi a vite rappresentano circa il 20% di tutta la plastica presente in mare. Già da anni è obbligatorio nelle spiagge pugliesi raccogliere in maniera differenziata i rifiuti, ma ci rendiamo conto che non è più sufficiente.

Oggi mettiamo mano alla volontà di ridurre noi stessi l’utilizzo di plastica monouso, che sarà sostituita da contenitori e attrezzi in cellulosa biodegradabile, bicchieri, posate e piatti, e all’utilizzo di buste di carta.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Corepla e Magicamente Plastica: intervista a Eleonora Brionne