Piede d’atleta: cos’è, sintomi e cure migliori

Piede d’atleta: cos’è, sintomi e cure migliori

Fonte immagine: People via pixabay

Il piede d'atleta, o tinea pedis, è un'infezione fungina: ecco come si presenta, quali sono i sintomi principali e quali cure o rimedi naturali applicare.

Il piede d’atleta, o tinea pedis, è un’infezione fungina che agli esordi si manifesta tra le dita dei piedi. Si verifica comunemente nelle persone i cui piedi sono, per la scelta delle calzature o delle calze, soggetti a eccessiva sudorazione. La qualità e la forma delle scarpe incide in modo sostanziale sulla salute del piede.

Il piede dell’atleta è, come tutte le infezioni, contagioso e può essere diffuso attraverso il contatto con effetti personali infetti, come ad esempio gli asciugamani o i vestiti contaminati. Vediamo quali sono i sintomi di questa infezione e quali sono i rimedi.

Segni e sintomi del piede d’atleta

Scarpe

Il primo evidente sintomo della tinea pedis è un’eruzione cutanea squamosa, che solitamente provoca anche prurito, bruciore e intenso fastidio. L’eruzione inizia in genere tra le dita dei piedi. Il prurito è spesso il peggiore dopo aver tolto le scarpe e le calze. In alcuni casi l’infezione si presenta anche con la formazione di vesciche o ulcere. L’area interessata dalle lesioni tende a crescere, mentre secchezza e desquamazione interessano anche la pianta del piede in breve tempo. In un primo momento potrebbe essere scambiato per un eczema atopico o, ancora, come la più semplice secchezza cutanea.

L’infezione può colpire uno o entrambi i piedi e può diffondersi alle mani, se non si presta particolare attenzione ad alcune norme igieniche di trattamento.
L’infezione, inoltre, può diffondersi in altre parti del tuo corpo, tra cui le unghie e l’inguine.

Il medico andrebbe consultato nelle fasi di esordio, per evitare la diffusione dell’infezione. I diabetici, a maggior ragione, devono rivolgersi al medico in caso di ulcerazioni o anche eccessivo rossore o bruciore dei piedi.

La malattia ha in genere un decorso benigno. Il trattamento di elezione è con farmaci anti-fungini ad uso topico, polveri aspersorie o creme.

Fattori di rischio

Le condizioni che rendono più facile contrarre questa infezione sono:

  • sesso maschile;
  • indossare frequentemente calze umide o scarpe strette;
  • condividere effetti personali come asciugamani o vestiti;
  • camminare a piedi nudi in aree pubbliche dove l’infezione può diffondersi, come spogliatoi, saune, piscine, bagni e docce comuni.

Prevenzione

Ecco alcuni suggerimenti per ridurre il rischio di contrarre l’infezione o alleviare i sintomi:

  • asciugare bene i piedi, specialmente tra le dita;
  • cambiare le calze regolarmente;
  • indossare scarpe leggere e ben ventilate ed evitare scarpe fatte di materiale sintetico, come vinile o gomma;
  • non indossare lo stesso paio ogni giorno, in modo da lasciare asciugare le scarpe dopo ogni utilizzo;
  • indossare sandali o scarpe impermeabili in piscina o nelle docce e spogliatoi.

Rimedi naturali

Foot-bath

Molti rimedi naturali o casalinghi possono essere utili per alleviare i sintomi e favorire la guarigione. Il Tea Tree Oil è tra i più suggeriti per le sue proprietà antibatteriche e antimicotiche. L’olio essenziale va diluito in qualche goccia in un olio vettore, come quello di cocco o l’olio d’oliva, e strofinato sui piedi. In alternativa, si possono scegliere creme o pomate a base di Tea Tree Oil disponibili in farmacia o erboristeria.

Anche l’aglio ha una lunga storia di impiego contro funghi e batteri. Ecco come utilizzarlo: schiacciate tre o quattro spicchi d’aglio e mescolateli in una bacinella di acqua tiepida. Immergete i piedi per 30 minuti, due volte al giorno per un massimo di una settimana. Uno dei consigli più validi ed economici, infine, è senz’altro quello di asciugare i piedi con l’asciugacapelli per ridurre al minimo l’umidità residua.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Stura lavandini “magico” fai da te