• GreenStyle
  • Consumi
  • Piatti di plastica ritirati dal mercato: allarme sostanze tossiche

Piatti di plastica ritirati dal mercato: allarme sostanze tossiche

Piatti di plastica ritirati dal mercato: allarme sostanze tossiche

Fonte immagine: Unsplash

Sono stati ritirati dal commercio alcuni lotti di piatti di plastica monouso dopo la segnalazione di sostanze contaminanti ad alti livelli.

Alcuni lotti di piatti di plastica sono stati ritirati dal commercio perché si sospetta la presenza di sostanze tossiche nei materiali di costruzione. Sulla questione è intervenuto il Ministero della Salute, che ha agito a scopo precauzionale.

I piatti di plastica segnalati sono quelli delle marche Elios e Sea Party. Sarebbero stati riscontrati alti livelli di sostanze contaminanti. I piatti di plastica sospetti sono stati prodotti da T&M Trade & Marketing Srl, nella città di Bari, nella fabbrica di via Buozzi.

Le autorità raccomandano di non utilizzare questi piatti a contatto con il cibo, perché si ritiene che i materiali utilizzati di queste confezioni di piatti fondi non siano conformi alle norme di legge.

I lotti di piatti di plastica interessati dal ritiro dagli scaffali dei negozi sono: 1ELIOSFO8, 1ELIOSPI10, 500ELIOSFO18, 700ELIOSFO12, 700ELIOSPI14, 500ELIOSPI20, 1SEAPARTYFO10, 700SEAPARTYPI, 500SEAPARTYFO28, 1SEAPARTYPI12, 700SEAPARTYFO, 500SEAPARTYPI30.

L’allerta è scattata dopo l’intervento dell’Arpa Puglia, che, esaminando gli alimenti messi a contatto con questi piatti, ha riscontrato alti livelli di sostanze contaminanti passate dal polipropilene agli alimenti stessi.

Il Ministero della Salute ha informato i consumatori, invitando a portare i piatti acquistati appartenenti ai lotti segnalati nei punti vendita in cui sono stati comprati, per poter ottenere eventualmente il rimborso dei prodotti.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Emergenza Climatica Roma: consegna della petizione alla sindaca Virginia Raggi