Petroliera esplosa in Sri Lanka: si temono sversamenti

Petroliera esplosa in Sri Lanka: si temono sversamenti

Fonte immagine: MikeCherim via iStock

Petroliera in fiamme nello Sri Lanka: l'incendio è stato domato, ma il governo locale teme comunque degli sversamenti e annuncia un'indagine ambientale.

Genera preoccupazione il caso della petroliera esplosa al largo dello Sri Lanka. Dopo tre giorni di interventi senza sosta, le fiamme sono state finalmente domate. E, almeno dalle prime analisi, non sembrano esservi fuoriuscite di greggio in mare. Nonostante queste rassicurazioni, il governo locale vuole comunque vederci chiaro: il rischio sversamenti pare non possa essere escluso a priori.

L’incidente è occorso pochi giorni fa, quando la petroliera MT New Diamond ha preso fuoco al largo delle coste dello Sri Lanka. La nave trasportava 2 milioni di barili di greggio e l’esplosione ha comportato la morte di un membro filippino dell’equipaggio. Sul posto sono subito giunte navi ed elicotteri, sia cingalesi che indiane, e le fiamme sono state spente dopo tre giorni di interminabili interventi.

I vigili del fuoco continuano a gettare acqua sulla nave: sebbene l’incendio sia stato domato, non si può escludere che roghi più piccoli compaiano improvvisamente nei prossimi giorni. Le fiamme sarebbero scaturite da un impianto per il riscaldamento dell’acqua e, stando alle prime ricostruzioni, non avrebbe raggiunto i barili carichi di greggio.

Petroliera: al via le indagini

Come già accennato, alcuni esperti hanno rassicurato sulla mancata fuoriuscita di petrolio, ma il governo locale non sembra essere dello stesso avviso. Dappula de Livera, procuratore generale che sta indagando sul caso, ha infatti ordinato delle spedizioni per valutare gli eventuali danni ambientali.

Nel frattempo, sul posto è giunto un team di professionisti britannici e olandesi, per verificare le condizioni della nave e la possibile contaminazione delle acque. Il gruppo, secondo quando riferito dallo StarTribune, sarebbe stato chiamato dalla New Shipping, la compagnia commerciale che gestisce la New Diamond.

Si tratta del secondo incidente in poche settimane per una nave che trasporta petrolio. Il più grave sull’Isola di Mauritius, dove una petroliera giapponese si è incagliata, spezzandosi a metà e rilasciando nell’oceano grandi quantità di greggio.

Fonte: Star Tribune

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Beach Litter 2019: intervista a Letizia Lanzarotti – Lady Be