Pesto di zucchine e mandorle: ricetta veg

Pesto di zucchine e mandorle: ricetta veg

Fonte immagine: Pixabay

Il pesto di zucchine è un ottimo condimento per la pasta ma anche un ingrediente originale di molte pietanze creative: la ricetta vegana.

Il pesto di zucchine e mandorle è un’alternativa al classico pesto genovese al basilico, dalla consistenza delicata e cremosa, perfetto da usare come condimento e nell’ambito di numerose pietanze anche a base di verdura. Zucchine e mandorle rappresentano un binomio vincente in cucina, un mix di sapori in grado di esaltarsi a vicenda e di vivacizzare anche un semplice piatto di pasta.

La ricetta vegan del pesto di zucchine e mandorle non prevede l’uso del parmigiano, ingrediente principale del pesto tradizionale che può essere omesso del tutto oppure sostituito con il tofu, se si desidera ottenere un composto ancora più cremoso. La preparazione del pesto di zucchine e mandorle non richiede particolari abilità culinarie e porta via pochissimo tempo in cucina.

Ingredienti

Zucchine

Per preparare un vasetto di pesto zucchine e mandorle secondo la ricetta vegana è necessario procurarsi i seguenti ingredienti:

  • 250 grammi di zucchine fresche preferibilmente biologiche;
  • 10 grammi di mandorle pelate;
  • 40 millilitri circa di olio extra vergine d’oliva;
  • 4 foglie di basilico;
  • 50 grammi di tofu (facoltativo);
  • uno spicchio d’aglio (facoltativo);
  • sale quanto basta.

Le zucchine – che possono essere usate sia crude sia leggermente sbollentate – devono essere lavate accuratamente, asciugate e tagliate a metà privandole di eventuali semi. È possibile anche eliminare la buccia, soprattutto se non sono ortaggi biologici, procedendo poi con il taglio a cubetti o a strisce sottili. Dopo aver inserito le zucchine nel mixer, si versano le mandorle, lo spicchio di aglio se gradito, il sale ed eventualmente il tofu anche crudo tagliato a pezzi. Si attiva il mixer aggiungendo gradualmente l’olio EVO, fino a ottenere la densità ottimale. A questo punto il pesto può essere utilizzato subito dopo la preparazione oppure versato all’interno di un barattolo di vetro. È importante utilizzare gli ingredienti freddi e, possibilmente, far raffreddare bene anche le lame del mixer in modo tale che non si generi troppo calore durante la lavorazione.

Per quanto riguarda la conservazione, è possibile tenerlo in frigorifero fino a tre giorni avendo cura di coprire la superficie del composto con olio extra vergine d’oliva in modo che non si alteri. È anche possibile conservarlo in freezer, in modo da poterlo utilizzare a piacimento.

Come usarlo

Pasta al pesto

Il pesto di zucchine e mandorle è molto versatile e rappresenta una vera risorsa in cucina, perfetto per condire la pasta lunga o corta, le classiche trofie oppure un goloso piatto di gnocchi freschi ottenendo un primo piatto leggero e gustoso. I possibili utilizzi di questo composto sono davvero infiniti:

  • spalmato sulle bruschette da solo o sopra un leggero strato di formaggio vegano spalmabile;
  • usato come ripieno delle lasagne accompagnato da un’ottima besciamella vegan;
  • versato sopra le verdure grigliate per profumare e insaporire;
  • adoperato come condimento dell’insalata di farro e verdure;
  • usato per condire una padellata di verdure miste da usare come ripieno di una torta salata colorata e gustosa;
  • impiegato come ripieno dei fiori di zucca da passare nella pastella e friggere in olio caldo;
  • spalmato sulla pizza bianca.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Burger di patata, ricetta vegan