Peste suina: maxi sequestro di carne in arrivo dalla Cina

Peste suina: maxi sequestro di carne in arrivo dalla Cina

Maxi sequestro di carne di maiale cinese a rischio peste suina, mentre a Nocera Inferiore altri tre possibili casi di influenza suina.

Maxi sequestro in Italia di carne di maiale proveniente dalla Cina. La Guardia di Finanza di Padova è intervenuta nella notte in magazzino all’ingrosso, dove era in fase di scaricamento un quantitativo di carne proveniente da Rotterdam (Paesi Bassi). Gli agenti hanno provveduto a sequestrare carni potenzialmente contaminate da peste suina. I prodotti sono stati introdotti all’interno dei confini UE violando le norme doganali e mettendo a rischio la sicurezza alimentare.

Come riportato dalla Guardia di Finanza il quantitativo ammontava a 9,420 Kg di carne a rischio peste suina. La merce è stata rivenuta come ad alto rischio dall’ULSS 6 Euganea, che ha provveduto al suo incenerimento immediato a fine di tutelare la sicurezza alimentare e sanitaria. Anche la stessa attività commerciale sottoposta al controllo è risultata non in regola e ne è stata sospesa l’operatività in presenza di irregolarità “gravi e reiterate”.

Per quanto riguarda invece il fronte influenza suina sono stati registrati altri tre casi a Nocera Inferiore, presso l’ospedale Umberto I. Sarebbero stati contagiati dal virus AH1N1 tre infermieri della stessa struttura, tutti sottoposti a tampone orofaringeo (risultati dei test attesi nelle prossime ore).

Sono scattate anche le misure di sicurezza sanitaria obbligatorie, tra le quali i controlli su chiunque sia potuto entrare in contatto con i tre infermieri (inclusi parenti e colleghi). Si indaga sul possibile legame tra questi nuovi potenziali casi e la donna ricoverata presso il reparto di Malattie Infettive dell’Umberto I la scorsa settimana (risultata positiva all’AH1N1).

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Four Seasons Natura e Cultura: camminare per la salute del corpo e della mente