Pesce sostenibile: stagionalità, muggine il consiglio per Capodanno

Pesce sostenibile: stagionalità, muggine il consiglio per Capodanno

Fonte immagine: Seafood Guide

Rispetto della stagionalità tra i consigli del WWF per un consumo sostenibile di pesce: per gennaio l'associazione consiglia di provare il muggine.

Quando si parla di pesce sostenibile diverse sono le possibilità per portare in tavola piatti che non pesino in maniera eccessiva sull’ambiente marino. Gli stock ittici mondiali sono spesso oggetto di sovrasfruttamento e questo va a impattare in maniera negativa anche sulla vita di quegli 800 milioni di persone che dalla pesca traggono il loro sostentamento sia come fonte di reddito che di alimentazione.

Proprio per supportare sia la popolazione marina che le comunità di pescatori il WWF ha lanciato la campagna “Aggiungi 800 milioni di posti a tavola“. L’iniziativa propone alcuni consigli attraverso i quali diffondere la cultura del consumo ittico sostenibile e far conoscere le varie possibili alternative ai soliti acquisti, per dare aiuto anche al nostro Mar Mediterraneo, in cui ben l’88% degli stock ittici monitorati è ormai oltre il limite massimo di sfruttamento.

Differenziazione e scelta di pescato locale sono solo due esempi di quanto sostenuto dal WWF nella sua Seafood Guide, nella quale ricorda inoltre come sia importante rispettare i criteri di stagionalità: così facendo si eviterebbe di consumare pesci durante la loro fase di riproduzione. Nel terzo dei 5 video realizzati dall’associazione si sottolinea la rilevanza di questa buona pratica, oltre a suggerire una soluzione gustosa e sostenibile per il cenone di Capodanno e per tutto il mese di gennaio: il muggine, anche noto come cefalo o volpina, il cui nome scientifico è Mugil cephalus.

Il corpo del muggine si presenta quasi cilindrico ed è dotato di due pinne dorsali posizionate a metà del dorso e delle ventrali poste appena dopo le pettorali. Presenta grandi squame mentre bocca e denti sono piccoli. Può raggiungere un metro di lunghezza per circa 4,5 chilogrammi di peso, il colore è grigio-azzurro per quanto riguarda la parte dorsale e tendente al bianco con striature nere sul ventre.

Come sottolineato dall’associazione questo pesce costa poco, ha un sapore che somiglia a quello della spigola ed è facile trovarlo nei mari italiani. Nel video diffuso dal WWF viene proposto un gustoso piatto a base di muggine, vegetali e tè verde. A presentare la ricetta lo chef francese Francois Pasteau, i cui consigli e suggerimenti possono essere consultati attraverso la Seafood Guide realizzata dall’associazione.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Addobbi natalizi fai da te con le bottiglie di plastica