Pasqua nel mondo: come si festeggia

Pasqua nel mondo: come si festeggia

Fonte immagine: Pixabay

Le celebrazioni per la Pasqua, si di origini religiose che pagane, sono molto differenti nel mondo: ecco come si festeggia in alcune nazioni del globo.

La Pasqua è certamente una delle festività più sentite in Italia, soprattutto fra i credenti: durante questa ricorrenza, il Cristianesimo celebra infatti la Resurrezione di Cristo. Le tradizioni che caratterizzano questa giornata sullo Stivale sono le più svariate, tra ricette e preparazioni a carattere regionale, la classica colomba, le uova decorate o di cioccolato, appuntamenti religiosi, manifestazioni di piazza e molto altro ancora. Ma come si festeggia la Pasqua nel resto del mondo?

Sono davvero moltissime le usanze, sia popolari che religiose, che tutt’oggi vengono tramandate nel mondo durante la giornata di Pasqua. Alcune sono direttamente correlate alle celebrazioni religiose tipiche del cristianesimo, altre hanno invece un’origine pagana. Di seguito, alcune delle più importanti.

Germania e Romania

Piante di Pasqua

In Germania, le celebrazioni pasquali entrano nel vivo il Giovedì Santo, quando per tradizione vengono consumati solo alimenti di colore verde. Le ricette preferite sono a base di verdure e, soprattutto, di erbe tipiche del periodo come il tarassaco, l’erba cipollina, il crescione e molte altre ancora. Uno dei dolci più diffuso è l’Osterlamm, una torta dalla forma di agnello, mentre l’animale rappresentativo dei festeggiamenti è il coniglio. Quest’ultimo è particolarmente caro ai più piccoli, i quali la domenica di Pasqua si lanciano in una vera e propria caccia al tesoro per trovare il tanto amato animale, solitamente realizzato in pezza. Ancora, le strade vengono abbellite con piante in fiore tipiche della primavera, decorate con uova appese ai loro rami.

In Romania prevalgono le celebrazioni religiose, sin dal Venerdì Santo: i fedeli partecipano a diversi riti in chiesa, spesso accompagnati da fiori primaverili da donare sia a Cristo che per ricordo dei loro cari defunti. Famosa è però la battaglia delle uova sode decorate, realizzate dall’intera famiglia. L’usanza prevede di colpire due uova l’una contro l’altra: chi detiene l’esemplare dal guscio più resistente diviene vincitore, mentre i perdenti dovranno mangiare tutte le uova precedentemente rotte. Non mancano piatti tipici come zuppe acide, agnello e dolci tradizionali.

Finlandia, Svezia e Danimarca

Falò di Pasqua

Nelle nazioni del Nord Europa, la Pasqua eredita riti e usanze provenienti dalla tradizione pagana. In Finlandia, ad esempio, prevalgono i festeggiamenti per il ritorno della primavera più che le celebrazioni religiose, seppur non del tutto assenti. Case e strade vengono addobbate con rametti di betulla e fiori di carta, mentre è molto sentita la figura della strega, che viene rappresentata soprattutto negli eventi con i bambini, tra dolci e canti. Vengono anche accessi dei grandi falò: una consuetudine che ha origini molto lontane e sembra sia connessa al desiderio di tenere lontani gli spiriti maligni.

Anche in Svezia i rametti di betulla sono scelti come decorativi per la Pasqua e, similmente alla Finlandia, la figura della strega ha grande spazio. Usanza vuole che nei giorni immediatamente precedenti alla domenica di Pasqua le streghe partano per la Montagna Blu, dove incontrano il diavolo. Le bambine, di conseguenza, si vestono da streghette per esorcizzare la paura delle entità maligne, mentre i più piccoli consumano leccornie a base di cioccolato.

In Danimarca, similmente alla Germania, il simbolo popolare della Pasqua è il coniglio: per tradizione, viene organizzata una caccia al tesoro a cui partecipano grandi e piccini. Vi è inoltre una varietà di birra che viene prodotta e distribuita solo in questo periodo dell’anno.

Regno Unito, Spagna e Grecia

Rotolamento uova

Nel Regno Unito le celebrazioni della Pasqua hanno radici lontane, tutte legate all’aiuto delle persone in difficoltà. Durante il Giovedì Santo, ad esempio, nell’abbazia di Westminster si raccolgono elemosina e donazioni per i poveri. Si consumano quindi molti dolci tipici, solitamente a base di uvetta e cannella, mentre in alcune città viene realizzata una singolare gara con le uova. Queste ultime, opportunamente decorate, vengono fatte rotolare su colline o strade in pendenza, per scoprire quale esemplare percorrerà la maggiore distanza prima di infrangere il suo guscio.

In Spagna la Pasqua ha una connotazione fortemente spirituale e religiosa, con numerose celebrazioni pubbliche anche molto suggestive. È il caso dei Nazarenos, i cosiddetti Penitenti Incappucciati, i quali sfilano per le strade in lunghe e serissime processioni. Le serate pasquali, invece, sono dedicate alle feste di piazze, a cui partecipa tutta la popolazione.

In Grecia, dove si celebra la Pasqua Ortodossa, è usanza accendere una candela durante le cerimonie pubbliche della Resurrezione, da portare a casa ancora accesa. Si colorano le uova, soprattutto di rosso per ricordare Maria di Magdala, e si consuma una zuppa tradizionale a base di agnello.

Israele, Stati Uniti e Russia

Pic-nic

In Israele viene celebrata la Pasqua Ebraica: non viene infatti omaggiata la Resurrezione di Cristo, bensì è usanza ricordare l’esodo degli ebrei e la liberazione dalla schiavitù d’Egitto, con la Passah. Per otto giorni le famiglie celebrano la Pesach, con cene tradizionali dal preciso rituale e la lettura dei testi sacri e delle preghiere.

Negli Stati Uniti, data la grande varietà di tradizioni e culture religiose presenti su tutto il territorio, la Pasqua è assai variegata. Oltre alle usanze religiose, anche Oltreoceano si decorano le uova e si organizzano cacce al tesoro per i più piccoli: alla Casa Bianca, ad esempio, viene organizzato il tradizionale “Egg Roll”, dove i più piccoli si lanciano in una gara di velocità nel fare rotolare le uova sul prato presidenziale.

In Russia, infine, è consuetudine visitare le tombe dei propri cari durante la Pasqua, quindi organizzare dei pic-nic all’aperto a cui partecipano tutti i membri della famiglia. Non mancano uova colorate e dolci tipici, molto spesso a base di ricotta.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Raccolta beach litter: intervista con Laura Brambilla – Legambiente