• GreenStyle
  • Salute
  • Parotite (orecchioni): rimedi naturali per alleviare i sintomi

Parotite (orecchioni): rimedi naturali per alleviare i sintomi

Parotite (orecchioni): rimedi naturali per alleviare i sintomi

Fonte immagine: Pixabay

La parotite si risolve spontaneamente in pochi giorni ma non mancano i rimedi naturali per alleviare i principali fastidi, dal dolore al tipico gonfiore.

Generalmente nota con il nome di orecchioni, la parotite è una malattia infettiva tipica dell’infanzia, temuta soprattutto le possibili conseguenze sul genere maschile, come l’infiammazione che colpisce i testicoli detta orchite. Causata dal virus Paramyxovirus parotidis, consiste in una reazione da parte delle ghiandole parotidi soggette a ingrossamento e infiammazione. Prima dell’introduzione del vaccino apposito, la parotite era caratterizzata da una notevole frequenza soprattutto a causa della facilità di contagio.

Come si manifesta

Bambino parotite

La parotite può dare origine a diversi fastidi sebbene talvolta possa decorrere senza alcuna manifestazione apparente. Solitamente, questa malattia esantematica si presenta con una serie di sintomi abbastanza riconoscibili che coinvolgono soprattutto le prime vie aeree, come faringe, laringe e trachea, oltre alle ghiandole salivari. Possono manifestarsi:

  • febbre e mal di testa;
  • dolore all’orecchio e nella zona delle parotidi;
  • arrossamento e gonfiore del dotto escretore delle ghiandole.

Solitamente, ad aumentare di volume sono le parotidi solo di un lato del viso, tuttavia entro due giorni circa il gonfiore coinvolge anche la seconda ghiandola generando una tumefazione bilaterale. Spesso, inoltre, ad infiammarsi sono anche le ghiandole salivari sottomandibolari e sublinguali.

Come si cura

La parotite, come le altre malattie infettive, si risolve spontaneamente nell’arco di pochi giorni salvo complicazioni che, sebbene rare, possono generare una serie di conseguenze anche gravi. L’uso di antibiotici non è necessario e viene generalmente sconsigliato come nelle altre patologie causate da virus, mentre è possibile assumere farmaci analgesici e antipiretici per tenere sotto controllo la febbre e il dolore. Anche l’aumento di volume delle parotidi non si protrae di solito oltre una settimana.

Cosa fare e cosa evitare

Oltre ad assumere medicinali specifici per far abbassare la febbre, come il comune paracetamolo, la parotite si combatte prevalentemente cercando di stare a riposo, alimentandosi in modo adeguato e soprattutto assumendo liquidi a sufficienza. L’apporto di acqua, tisane, brodo vegetale e altre bevande leggere, soprattutto in presenza di temperatura corporea elevata, è indispensabile per ripristinare lo stato di idratazione ideale. Da evitare, invece, sono le bevande acide che rischiano di irritare le ghiandole parotidi infiammate e i cibi troppo difficili da deglutire.

Rimedi naturali

Foglia di fico

Esistono numerosi rimedi naturali che possono alleviare i sintomi, molti dei quali utilizzabili anche nei bambini previo consulto con il pediatra:

  • applicare sulle zone gonfie del collo e del viso un panno umido e caldo;
  • utilizzare il gel estratto dalle foglie di Aloe vera per massaggiare le zone dolenti, lasciando agire per circa un quarto d’ora prima di rimuoverlo adoperando una salvietta umida. È anche possibile miscelare il gel con un pizzico di curcuma in polvere, sfruttandone le proprietà antinfiammatorie;
  • anche le foglie di fico rappresentano un rimedio efficace per sfiammare le ghiandole parotidi infiammate e per contrastare il virus. Basta cospargere di olio due grandi foglie pulite e applicare nella zona dolente, ripetendo l’operazione anche un paio di volte al giorno;
  • le foglie di verbasco secche, infine, vantano proprietà antinfiammatorie e antivirali e possono essere utilizzate per creare un infuso caldo dentro il quale immergere un panno di cotone, da applicare sopra le zone dolenti.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Scrub mani e corpo fai da te