Parlamento UE dichiara l’emergenza climatica globale

Parlamento UE dichiara l’emergenza climatica globale

Approvata dal Parlamento UE una risoluzione che sancisce l'emergenza climatica e ambientale globale: chiesta inoltre la riduzione delle emissioni del 55%.

L’emergenza climatica e ambientale è una realtà globale e come tale deve essere riconosciuta. A stabilirlo il Parlamento UE attraverso una risoluzione non legislativa. Il provvedimento ha ricevuto il via libera dell’organo comunitario grazie a 429 voti favorevoli, 225 contrari e 19 astensioni. Un segnale importante in vista della COP25 di Madrid (in programma dal 2 al 13 dicembre 2019), ma non solo, anche come indicazione futura per la prossima Commissione Europea guidata da Ursula Von Der Leyen.

I cambiamenti climatici non possono più essere considerati al di fuori delle priorità comunitarie, ha ribadito il Parlamento UE. Quest’ultimo ha chiesto inoltre, alla Commissione Europea, di garantire che tutte le normative o disposizioni legislative (così come quelle di bilancio pertinenti) tengano conto dell’emergenza clima e della necessità di contenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi.

Il Parlamento Europeo ha approvato anche una seconda risoluzione incentrata sui cambiamenti climatici. In quest’altro testo viene chiesto che l’obiettivo relativo alle emissioni di CO2 venga portato dal 40 al 55% già entro il 2030. Approvato il testo della risoluzione legato alla COP25 è stato approvato con 430 voti favorevoli, 190 contrari e 34 astenuti.

Non è più possibile perdere tempo, sottolinea il Parlamento UE, quindi è necessario che si accelerino le operazioni volte a raggiungere la neutralità climatica non oltre il 2050. Questo è quanto chiede l’assemblea plenaria europea, che invita l’Unione Europea a presentare una strategia specifica affinché tale traguardo venga tagliato.

In attesa dell’ormai prossimo vertice di Madrid sul clima la parola passa alla Commissione Europea di Ursula Von Der Leyen, che ha promesso entro i primi 100 giorni dal suo insediamento la presentazione di un’agenza verde europea. Nel “Green New Deal” comunitario il Parlamento UE si aspetta di trovare anche un riferimento chiaro al taglio delle emissioni di gas serra (-55% entro il 2030).

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Un time lapse mostra come l’uomo sta distruggendo la Terra