Papa Francesco difende l’Amazzonia

Papa Francesco difende l’Amazzonia

Fonte immagine: Korea.net via Wikipedia

Papa Francesco esprime quattro sogni per l'Amazzonia, dalla tutela dell'ambiente al rispetto delle popolazioni indigene, passando per l'evangelizzazione.

Papa Francesco difende l’Amazzonia, esortando l’intero Pianeta a un’azione di concerto per la conservazione di questo irrinunciabile patrimonio ecologico, di recente messo in ginocchio da estesi incendi. È quanto si apprende nell’esortazione “Querida Amazonia”, che chiude l’ultimo Sinodo dei Vescovi: Francesco mette al centro del suo dialogo la protezione della natura e i diritti dei più poveri, esprimendo quattro sogni per il futuro.

La prima esortazione di Francesco è di tipo sociale: con il “Sogno Sociale” della “Querida Amazonia”, il Papa si augura che la Chiesa sia sempre più al fianco degli oppressi, sottolineando come “un vero approccio ecologico” sia anche un “approccio sociale” utile a tutti. È necessario, di conseguenza, che la tutela delle risorse naturali della foresta amazzonica non prescinda dalle esigenze delle popolazioni indigene, popoli nativi di quei luoghi ma sempre più oppressi dalla devastazione umana, fatta di corruzione, ingiustizia e crimini ai loro danni. L’Amazzonia dovrà divenire “un luogo di dialogo sociale”, dove gli ultimi siano messi al centro.

Con il “Sogno Culturale”, invece, Bergoglio rimarca come la protezione dell’Amazzonia non significhi una “colonizzazione culturale”. Le peculiarità di questi luoghi e di questi popoli devono rimanere intatte alle loro origini, senza nessuna omologazione alla cultura più consumistica tipica del postmodernismo. Questo perché le popolazioni indigene possono insegnare molto, dato il loro “tesoro” ottenuto grazie al diretto contatto con la natura.

Il “Sogno ecologico” di Francesco, legato all’Enciclica “Laudato Si'”, è inerente alla protezione della natura. Curarci dei nostri fratelli come il Signore si occupa dei suoi figli “è la prima ecologia di cui abbiamo bisogno”. Francesco cita anche la bellezza del Rio delle Amazzoni e le poesie di Neruda, affinché questo paradiso possa essere protetto dal “paradigma tecnocratico e consumista che soffoca la natura”.

Il “Sogno Ecclesiale” del Papa, infine, riguarda il ruolo della Chiesa nella tutela dell’Amazzonia. Bergoglio vuole “una Chiesa dal volto Amazzonico”, con un annuncio missionario che incorpori i temi del rispetto sociale e della protezione ambientale. Sostiene che i popoli dell’Amazzonia abbiano “diritto all’annuncio del Vangelo”, proprio perché il ruolo della Chiesa non è quello di una semplice ONG ambientale, un’evangelizzazione che però non dovrà risultare distruttiva delle culture e dei valori originari delle popolazioni indigene.

Fonte: Repubblica

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Seeds&Chips: intervista a Renzo Pedretti – Corteva Agriscience