Pannelli fotovoltaici e diserbanti: strage di pecore vicino impianti

Pannelli fotovoltaici e diserbanti: strage di pecore vicino impianti

Un Comitato di ambientalisti denuncia la morte di 10 ovini vicino a un parco solare nel Salento. La causa potrebbe essere l'uso di diserbanti.

Pecore e capre morte dopo aver brucato l’erba nei pressi di impianti fotovoltaici installati su terreni agricoli. Succede nel Salento, a Villa Convento. Secondo il “Comitato contro fotovoltaico ed eolico nelle aree verdi” a causare la morte degli animali potrebbero essere stati i diserbanti utilizzati nel campo solare.

La legge, in realtà, vieta l’uso di queste sostanze chimiche nel fotovoltaico agricolo, ma gli ambientalisti sospettano che a uccidere gli ovini siano stati proprio i diserbanti. Per ora, gli animali morti sono una decina e la stessa Asl, allertata dal Comitato, non esclude che i fatti siano andati proprio come denunciato dagli attivisti.

Il timore, se le analisi dovessero confermare l’ipotesi, è che i veleni possano entrare nella catena alimentare tramite il consumo dei latticini e delle erbe commestibili che crescono nelle campagne della zona, per questo il Comitato ha deciso di allertare le autorità sanitarie e ambientali del territorio:

Quando moriranno anche le persone che vi vivono vicino, avvelenate dai diserbanti ipertossici che vi vengono adoperati e gettati in dosi massicce – si legge in una nota dell’associazione – forse le autorità competenti e responsabili agiranno, ma allora sarà troppo tardi, e pertanto non ci possiamo permettere di attendere più oltre.

La morte delle pecore non è il primo episodio del genere nel territorio salentino. Nei mesi scorsi, alcuni cacciatori hanno denunciato sulla stampa locale il ritrovamento di uccelli e piccoli mammiferi selvatici, morti per cause ancora da chiarire proprio nei pressi dei parchi fotovoltaici.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il pappagallo che abbaia!