• GreenStyle
  • Consumi
  • Pane congelato venduto per fresco: cambia l’etichetta, tutte le novità

Pane congelato venduto per fresco: cambia l’etichetta, tutte le novità

Pane congelato venduto per fresco: cambia l’etichetta, tutte le novità

Cambia l'etichetta del pane congelato venduto come fresco: il prodotto si chiamerà conservato e sarà venduto separatamente.

Molte volte facendo la spesa ci siamo ritrovati alle prese con il pane congelato. Lo compriamo come pane fresco, ma in realtà si tratta di un prodotto che è sottoposto a un processo di congelamento e che i negozi della grande distribuzione provvedono a finire di cuocere.

Può essere una soluzione comoda per disporre sempre di pane fresco, ma quanto veramente i consumatori si possono fidare? Inoltre i dubbi permangono anche per quanto riguarda le informazioni che i consumatori stessi dovrebbero avere a proposito di prodotti di questo genere.

Si sa che il punto di riferimento è sempre l’etichetta, che in tutti i generi alimentari dovrebbe riportare delle informazioni esatte di modo che gli acquirenti possano scegliere con consapevolezza. Adesso sul pane congelato venduto come fresco è intervenuto il decreto 131 dell’1 ottobre.

Questa nuova regolamentazione prevede di cambiare l’etichetta dal 19 dicembre e di fare in modo che il pane congelato venduto come fresco venga indicato come pane conservato. L’alternativa sarebbe quella di una dicitura che metta in evidenza la sua durabilità nel tempo.

Particolare interesse suscita l’articolo 3 del nuovo regolamento, che stabilisce di specificare nell’etichetta anche la modalità di conservazione. In aggiunta a tutto questo i negozi non potranno più mettere il pane congelato e poi finito di cuocere negli stessi scomparti del pane fresco.

Seguici anche sui canali social