Panda rosso: 5 comportamenti strani

Panda rosso: 5 comportamenti strani

Fonte immagine: Istock

Il panda rosso molto diverso dal Panda gigante è una specie a rischio d'estinzione che ormai vive in un'area molto circoscritta dell'Asia.

Non bisogna lasciarsi ingannare dal suo aspetto così tenero e dal nome perché il panda rosso ha veramente poco a che fare con il suo omonimo a macchie bianche e nere. Ha una dimensione simile a quella di un gatto domestico ed una larga e spessa coda tigrata. Sebbene condivida nome, luoghi geografici e alcune abitudini alimentari con il gigante bianco e nero che passa le giornate mangiando bambù, secondo recenti studi andrebbe collocato in una categoria a parte. Dimostra una grande agilità nell’arrampicarsi sugli alberi, grazie alla coda  che gli serve per darsi equilibrio e al falso pollice (si tratta in realtà di un’estensione ossea) per aggrapparsi. Ama passare il suo tempo in cima agli alberi e gli piace dormire per molte ore, unica caratteristica che avrebbe in comune con il suo omonimo. In questo articolo affronteremo 5 comportamenti strani di questo straordinario animale in via di estinzione.

Panda rosso: tutte le curiosità

Panda rosso: tutte le curiosità
Fonte: Istock
  1. Il panda rosso ha una vita molto sregolata, il Tony Manero degli animali asiatici: dorme di giorno e si nutre di notte quando la foresta dorme; anche il suo modo di riposare ha un chè di originale: si allunga su un ramo e lascia a penzoloni le zampe, mentre arrotola la coda attorno al corpo e anche sul capo per non vedere la luce del giorno. L’immagine vi fa sorridere? Eppure è davvero così che vanno le cose. Ha una dieta priva di calorie e lo si vede in giro solo all’alba e al tramonto per procacciarsi il cibo.
  2. Il periodo di gestazione del panda rosso dura mediamente 135 giorni, e generalmente la femmina dà alla luce due cuccioli, anche se può arrivare ad averne fino a quattro. Al momento del parto, le femmine di panda rosso si posizionano all’interno delle buche degli alberi, arredate con rami e foglie per custodire lì i nascituri. Dopo aver partorito procede a leccarsi le zampe prima di lavarsi la faccia.
  3. Il panda rosso è un animale in via di estinzione che si trova nei boschetti di bambù dell’Himalaya, tra i 1500 e i 4800 metri di quota. Si ciba prevalentemente di bambù, anche se appartiene alla categoria dei carnivori. Può mangiare la carne, ma preferisce le verdure: ha una predilezione perfrutta, radici, germogli, licheni e foglie di bambù e secondo recenti studi sarebbe un grande appassionato dei sapori dolci.
  4. Ha un carattere solitario tranne che durante il periodo dell’accoppiamento, nel quale è possibile osservare i maschi produrre brevi vocalizzi di una sola sillaba: “wha”.
  5. Il panda rosso delimita il proprio territorio segnandone il perimetro con le proprie secrezioni, che producono un forte odore di muschio, così può informare gli altri animali della sua presenza sul luogo.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Gli ululati dei lupi risuonano tra le strade del paese