Panda: presto in Cina un grande parco nazionale

Panda: presto in Cina un grande parco nazionale

Fonte immagine: Unsplash

La Cina sta per inaugurare un enorme parco nazionale dedicato alla tutela dei panda: avrà dimensioni di oltre 27000 chilometri quadrati.

La Cina aprirà presto un grande parco nazionale dedicato alla tutela dei panda, progettato affinché venga garantito l’habitat ideale per la loro proliferazione. Un’area di ben 27.134 chilometri quadrati, così come sottolinea AdnKronos, pensata per collegare le 46 riserve che già oggi si occupano della salvaguardia di questa specie. Il parco nazionale occuperà il 74% del territorio dello Sichuan, dove si registra la maggiore concentrazione di panda: ben 1.200 allo stato selvatico.

Le autorità locali hanno investito ingenti somme per realizzare questo progetto, anche con azioni di ripristino degli ambienti naturali precedentemente distrutti dall’urbanizzazione. Alcuni centri abitati, infatti, sono stati riconvertiti e gli abitanti trasferiti in altre zone, in strutture abitative fornite dallo stesso governo. Ancora, è stata incrementata la vegetazione di cui i panda normalmente si nutrono – come il bambù – ed è stata fondata la Giant Panda National Park Administration, per seguire i lavori in tutti i dettagli.

Non è però tutto: nei centri abitati limitrofi alle aree del parco sono stati organizzati dei corsi di formazione destinati alla popolazione, per spiegare ai cittadini l’importanza della salvaguardia dei panda e degli ecosistemi, nonché per ribadire come questo plantigrado non rappresenti un problema o una minaccia per l’uomo. Sono stati quindi sottoposti a training i ranger che si occuperanno della sicurezza del parco nazionale e avviati numerosi progetti di ecosostenibilità: il parco diventerà quindi una risorsa per le popolazioni locali, poiché porterà lavoro e nuova ricchezza. Fra gli obiettivi anche introdurre, nel tempo, dei percorsi di eco-turismo: lo scopo è raccogliere fondi sia per la tutela e la sussistenza dei panda, ma anche da distribuire presso le cittadine adiacenti all’area protetta.

Sempre come ricorda AdnKronos, la Cina sta sempre più puntando sui parchi nazionali e sulla tutela ambientale, dopo decenni di polemiche soprattutto per i numerosi impianti produttivi industriali nel Paese. Entro il 2020 potrebbero essere inaugurati oltre 10 aree protette, per una superficie totale di 220.000 chilometri quadrati.

Fonte: Adnkronos

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il parto in diretta di una rara giraffa di Rothschild