Palline di Natale: materiali più ecologici e smaltimento

Palline di Natale: materiali più ecologici e smaltimento

Fonte immagine: Pixabay

Vetro, legno ma anche feltro e pasta di sale: i materiali ecologici per creare palline di Natale plastic-free e le indicazioni per smaltirle al meglio.

La scelta delle decorazioni per l’albero di Natale è sempre un momento tanto atteso, un appuntamento fisso che dovrebbe essere accompagnato da una attenta valutazione dei materiali di cui sono composti gli addobbi per evitare gli sprechi e, soprattutto, optando per oggetti realizzati usando componenti che non rappresentino un rischio per l’ambiente.

Via libera, quindi, alle palline di Natale plastic-free, agli addobbi fai da te creati a mano utilizzando materiali di riciclo ed ecologici. La stessa attenzione dovrebbe essere riservata alla scelta dell’albero da addobbare, preferendo una pianta sempreverde in vaso che, in futuro, potrà anche essere trasferita per fare in modo che cresca rigogliosa e sana, oppure anche in questo caso facendo lavorare la fantasia per creare dal nulla un albero creativo e originale. Ecco la lista dei materiali più ecologici e adatti alla realizzazione delle decorazioni per l’albero.

Vetro

Palline albero di Natale

Oltre a essere particolarmente decorativo, il vetro è un materiale realizzando unendo sostanze non inquinanti, è facilmente riutilizzato e riciclato molte volte. Per garantire uno smaltimento corretto, è necessario gettare i residui di vetro o qualsiasi altro oggetto pulito negli appositi contenitori, avendo l’accortezza di eliminare eventuali decori aggiuntivi in altro materiale. Per chi sceglie di realizzare in casa le palline dell’albero usando delle sfere di vetro, ad esempio, un’idea creativa è quella di disegnare a mano figure e decori usando colori atossici o applicando semplici stencil trasferibili.

Legno

Anche il legno appartiene al gruppo dei materiali ecologici e rappresenta una soluzione pratica e suggestiva per la realizzazione dei decori per l’albero. Possono essere addobbi di legno intagliato o colorato usando colorazioni naturali, sia piatti sia tridimensionali. Anche dei semplici bastoncini possono trasformarsi in decori da appendere, basta utilizzare un nastro colorato per creare un effetto originale. È anche possibile, per coloro che possono utilizzare le attrezzature adatte, ricavare vere e proprie “fette” da un tronco in modo da ottenere tasselli rotondi da abbellire a piacere. Il legno, in generale, si smaltisce recandosi direttamente presso l’isola ecologica del proprio comune.

Carta riciclata

La carta è sempre una risorsa utile per il riciclo creativo, tanto che è possibile trovare in commercio tanti tipi di decorazioni natalizie realizzate usando questo materiale, sempre leggero, versatile ed ecologico. Dalle vecchie riviste ai vecchi fogli di carta da regalo, i tipi di carta da utilizzare per creare palline di Natale originali sono molteplici. Per ottenere palline sferiche di sicuro effetto, ad esempio, si possono utilizzare nove dischi di carta di diametro uguale, da sovrapporre, piegare a metà e incollare a due a due in modo da poter formare una sfera completa da appendere all’albero. La carta semplice, così come il cartone, si smaltisce nell’apposito raccoglitore.

Feltro e pannolenci

Addobbi Natale feltro

Facili da lavorare e molto versatili, il feltro e il pannolenci sono materiali tessili ricavati dall’infeltrimento delle fibre di lana. Entrambi sono disponibili in un’ampia varietà di colori e, proprio per questo, vengono molto usati per la creazione di decori fai da te sia bidimensionali sia tridimensionali. In quest’ultimo caso, ad esempio, è sufficiente utilizzare del semplice cotone per dare forma alla sfera o all’oggetto che si vuole creare. Per quanto riguarda lo smaltimento, entrambi i materiali si gettano nell’indifferenziato.

Pasta di sale

La pasta di sale, infine, si prepara semplicemente unendo farina, acqua e sale, trasformandosi in un materiale malleabile e facilmente modellabile. È possibile usare apposite formine o lavorare la pasta con le mani per formare semplici sfere, che sarà necessario cuocere in forno affinché si induriscano e decorare a piacere usando, ad esempio, colori a tempere. Gli oggetti realizzati in pasta di sale devono essere smaltiti tra i rifiuti indifferenziati.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle