Palestre: Fase 2, ipotesi riapertura il 25 maggio

Palestre: Fase 2, ipotesi riapertura il 25 maggio

La riapertura delle palestre durante la Fase 2 dell'emergenza Coronavirus potrebbe scattare il 25 maggio, ma molte sono le incognite legate al settore.

La riapertura delle palestre potrebbe avvenire il 25 maggio. Condizionale ancora d’obbligo, considerato che il Ministro dello Sport Vincenzo Spadafora ha legato il riavvio delle strutture a diversi parametri. Non ultimo il rispetto di alcune misure di sicurezza previste per la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus.

In base a quanto dichiarato anche dal Ministro della Salute Speranza il 18 maggio dovrebbero ripartire gli allenamenti della Serie A di calcio. Maggiore cautela è espressa per quanto riguarda le palestre. Molto dipenderà, ha affermato Spadafora, dall’andamento in settimana dei contagi da Coronavirus.

Tra le misure che dovrebbero applicare le palestre figura innanzitutto il contingentamento degli ingressi. Accesso regolato per chi si allena e distanza minima di due metri con l’istruttore o gli altri clienti presenti. Dopo ogni utilizzo singolo gli attrezzi e i macchinari dovranno essere igienizzati, mentre resteranno chiusi spogliatoi e docce.

Come dichiarato alla Gazzetta dello Sport da Christian Cervizzi, personal trainer milanese, il problema per le strutture è sostanzialmente economico. Il distanziamento necessario per ragioni di sicurezza potrebbe non garantire incassi sufficienti a mantenere una struttura di per sé costosa. Lo smartworking è un altro possibile fattore negativo per le palestre. Secondo l’esperto in molti scelgono dove allenarsi per la vicinanza al luogo di lavoro.

Restano infine alcuni dubbi legati all’igiene delle strutture. Con l’arrivo del caldo potrebbe essere richiesto un lavoro intenso da parte dei condizionatori, possibile fattore di rischio per la diffusione di agenti patogeni.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: nona lezione