Overshoot Day, WWF: Europa contende primato USA su impronta ecologica

Overshoot Day, WWF: Europa contende primato USA su impronta ecologica

Fonte immagine: Pixabay

Il 10 maggio 2019 è l'Overshoot Day per l'Europa, giornata in cui vengono esaurite le risorse naturali annuali per il Vecchio Continente.

Oggi è l’Overshoot Day per l’Europa. Secondo l’ultimo rapporto WWF e Global Footprint Network il 10 maggio è il giorno in cui lo stile di vita degli europei ha causato l’esaurimento del “budget di natura” disponibile. Un chiaro messaggio inviato ai governanti riunitisi ieri a Sibiu, in Romania, per il “Summit informale del Consiglio europeo” in cui si discute del futuro dell’Europa.

Stando alle stime di WWF e Global Footprint Network l’Europa consuma ogni anno risorse naturali a un ritmo tale da richiedere 2,8 Terre. Come spiegato dall’associazione ambientalista:

Nonostante la popolazione europea rappresenti solo il 7% di quella globale, l’Unione Europea usa il 20% della biocapacità (la capacità degli ecosistemi di rinnovarsi) del Pianeta.

Impronta europea pesante, seconda soltanto a quella USA, ma poco lontana da quella globale, con l’Overshoot Day mondiale previsto il 15 maggio. Appena cinque giorni dopo, sottolinea il WWF e in anticipo rispetto allo scorso anno, (1 agosto 2018). Come ha dichiarato Ester Asin, direttrice dell’Ufficio per le politiche europee (EPO) del WWF:

L’Overshoot Day dell’UE costituisce un duro promemoria sul fatto che il consumo dell’UE sta contribuendo al crollo ecologico e climatico del pianeta. Questo non è solo irresponsabile, è addirittura pericoloso. Per questo chiediamo ai leader europei di riconoscere questa emergenza dimostrando la volontà politica di costruire un futuro sostenibile per l’Europa, mettendo gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite al centro dell’azione dell’UE e stringendo un Patto europeo per la sostenibilità, da adottare dopo le prossime elezioni, che comprenda azioni concrete e coordinate sul clima e la natura proteggendo ciò che è vitale per tutti noi.

Ha aggiunto Mathis Wackernagel, fondatore e presidente del Global Footprint Network:

Stiamo attuando un ‘approccio piramidale’, usando risorse future per gestire l’economia di oggi. Non c’è bisogno di ricordare che questo mette a rischio la prosperità dell’Europa. Come facciamo nel settore finanziario, abbiamo bisogno di un’attenta contabilità anche delle risorse naturali.

Abbiamo bisogno di sapere quanta natura abbiamo usato e quanta ancora ne abbiamo. Dobbiamo scegliere per non compromettere il nostro futuro: le elezioni europee ci offrono l’opportunità di scegliere un percorso diverso che consenta una prosperità duratura.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Top Green Influencer: intervista ad Annalisa Corrado