Greenstyle Casa & Giardino Orto & giardino Orto Orto: il calendario della semina, mese per mese

Orto: il calendario della semina, mese per mese

Orto: il calendario della semina, mese per mese

Fonte immagine: Pixabay

Conoscere il calendario della semina dell’orto è indispensabile per garantire una coltivazione florida per tutto il corso dell’anno. L’orto ha bisogno di continue cure e attenzioni continue: per questa ragione, gli ortaggi da piantare variano a seconda del mese e della stagione, sebbene con alcune differenze che riguardano la latitudine e il clima che caratterizza una determinata zona.

In ogni caso, per assicurarsi un raccolto ricco è importante scegliere con attenzione la tipologia di ortaggi da piantare in un determinato periodo, ma anche dedicarsi al meglio alle attività di potatura, irrigazione, controllo e monitoraggio della crescita delle piante. Per queste necessità, è utile chiedere consiglio al proprio fornitore di fiducia di prodotti di botanica, affinché possa fornire le indicazioni più adatte al clima del proprio luogo di residenza.

Fasi lunari: le lune per seminare

Fasi lunari, calendario della semina

Un ruolo importante, secondo la tradizione contadina, è svolto dalle fasi lunari: si dice, infatti, che l’attività della luna influisca notevolmente sulla crescita delle piante, pertanto è fondamentale avere alcune nozioni in materia.

Non a caso, i contadini più tradizionali tutt’oggi seguono le lune per seminare. Con la luna calante, ad esempio, il terreno è particolarmente ricettiva e accoglie bene i semi degli ortaggi che crescono sottoterra. Con la luna crescente, invece, è maggiormente indicata la semina dei vegetali che hanno uno sviluppo in superficie.

Consultare il calendario lunare mese per mese, riferito all’anno in corso, può quindi rivelarsi una strategia efficace per favorire un raccolto di ottima qualità.

Calendario orto: mese per mese

Calendario dell'orto, zucchine

Così come già accennato, conoscere il calendario mese per mese delle coltivazioni aiuta a garantire il raccolto per 365 giorni l’anno, diventando così pienamente autosufficienti sul fronte dell’approvvigionamento di ortaggi, verdura e anche frutta.

Ma come scegliere quali varietà da seminare o trapiantare in ogni dato periodo dell’anno? Fortunatamente, la tradizione contadina ha permesso nei secoli di identificare con chiarezza quali specie siano più adatte a un clima più fresco e quali, invece, richiedono temperature più generose. Tuttavia, è utile conoscere i fattori che determinano questa scelta:

  • Stagionalità: per ottenere un raccolto sano, rigoglioso e avere un impatto ridotto sull’ambiente, è sempre necessario rispettare la stagionalità dei prodotti. Ricorrere a strumenti quali le serre, per quanto utili, aumenta infatti la produzione di CO2 per ogni singolo raccolto;
  • Variabilità del terreno: i nutrienti racchiusi nel terreno non rimangono sempre gli stessi per tutto l’anno, sono decisamente influenzati sia dalle colture precedenti che dalle temperature. Le concentrazioni di azoto, fosforo e potassio – i tre minerali necessari a tutte le piante – cambiano da una stagione all’altra;
  • Temperatura: alcune piante hanno bisogno del caldo afoso per poter crescere, altre invece soffrono se esposte a temperature troppo elevate.

Sulla base di questi tre principi, quali ortaggi quindi coltivare? Oltre a valutare il clima tipico del proprio luogo di residenza – al Sud, ad esempio, sarà possibile coltivare varietà tipicamente estive fino all’autunno inoltrato – utile è consultare l’apposito calendario, da abbinare con le fasi lunari.

Calendario orto: gennaio

aglio

Gennaio è un mese di media quiescenza per l’orto, date le temperature rigide. Questo non vuol dire, però, che il terreno debba rimanere spoglio. Si possono infatti seminare in campo aperto:

  • aglio e cipolla;
  • face e piselli;

Predisponendo una piccola copertura, per ridurre gli effetti di pioggia e vento, si può cominciare anche a coltivare:

  • primi pomodori in serra;
  • peperoni e melanzane in serra;
  • lattuga iceberg;
  • sedano;
  • biete da costa.

Calendario semina: febbraio

Cipolla in orto

Anche a febbraio le temperature sono rigide, ma si inizia a intravedere da lontano l’arrivo della primavera. In questo mese si può cominciare a piantare:

  • bietole;
  • cipolle;
  • carote;
  • cicoria;
  • ravanelli;
  • radicchio;
  • prezzemolo.

Cosa coltivare a marzo

Basilico

Marzo segna il risveglio della natura e la possibilità di sbizzarrirsi nell’orto. Alcune coltivazioni verranno consumate pressoché subito, altre invece verranno seminate ora per il raccolto durante l’estate inoltrata. Nel mese si può seminare:

  • Prime angurie per il raccolto a giugno;
  • asparagi;
  • basilico;
  • cavolo verza e cappuccio;
  • cetrioli;
  • carote;
  • finocchi;
  • melanzane;
  • peperoni;
  • pomodori;
  • porri;
  • rucola;
  • rape;
  • ravanelli;
  • zucchine;
  • zucche.

Calendario semina dell’orto: aprile

Prezzemolo

Ad aprile la primavera entra nel vivo, le temperature si innalzano ulteriormente e si può cominciare a pensare alla semina per il raccolto estivo:

  • asparagi;
  • agretti;
  • basilico;
  • bietole;
  • carciofi;
  • cardi;
  • cipolle;
  • scarola;
  • fagioli;
  • fagiolini;
  • finocchi;
  • melanzane;
  • peperoni;
  • piselli;
  • prezzemolo;
  • ravanelli;
  • rucola;
  • sedano;
  • soncino;
  • topinambur;
  • zucchine.

Verdure di maggio

Fragole in vaso

A maggio il clima è ormai stabile e assolato, perfetto sia per cominciare a raccogliere alcune varietà seminate a marzo che per pianificare la successiva estate:

  • angurie tardive e meloni;
  • carote;
  • cetrioli;
  • cardi;
  • broccoli;
  • peperoni e melanzane;
  • cavoletti di Bruxelles;
  • indivia;
  • rucola tardiva;
  • scarola;
  • fragole.

Calendario semina dell’orto: giugno

Broccoli

A giugno la raccolta si fa intensa e, nonostante l’estate sia da poco cominciata, si inizia già a predisporre il raccolto per il successivo autunno. In questo mese si piantano:

  • mais;
  • cavolfiori;
  • broccoli;
  • catalogna;
  • cicoria;
  • porri;
  • sedano;
  • fagioli e piselli;
  • salvia;
  • rosmarino;
  • camomilla.

Calendario delle semine: luglio

Lattuga

Il caldo afoso di luglio porta a maturazione diverse varietà, comprese le prime angurie, mentre si inizia a seminare ortaggi come:

  • bietole;
  • cavoli e cavolfiori autunnali;
  • finocchi;
  • indivia;
  • lattuga e lattughino;
  • porri;
  • rape e ravanelli;
  • rucola e radicchio rosso;
  • scarola;
  • zucchine.

Coltivazioni di agosto

Ravanelli

Ad agosto l’estate si avvia verso la sua fase finale: è il momento più ricco della raccolta, senza però dimenticare le coltivazioni autunnali:

  • finocchi;
  • spinaci;
  • valeriana;
  • lattuga iceberg a ridosso con settembre;
  • ultimi ravanelli;
  • radicchio rosso;
  • cipolle invernali.

Calendario orto: settembre

Carote,

Settembre abbraccia l’autunno e, con l’arrivo della stagione più fresca, anche la necessità di predisporre le coltivazioni invernali:

  • carote tardive;
  • valeriana;
  • lattuga riccia;
  • cicoria autunnale;
  • radicchio bianco;
  • indivia;
  • spinaci;
  • verza.

Calendario semina: ottobre

Cime di rapa

Anche a ottobre ci si concentra sulla semina invernale, per non rimanere senza prodotti della terra per tutto il corso della stagione più fredda:

  • rape e cime di rapa;
  • barbabietole;
  • lattuga iceberg;
  • fave e piselli, meglio se coperti.

L’orto a novembre

Fave

Nonostante il freddo tipico di stagione, novembre è un mese ottimo per predisporre l’orto fino all’anno nuovo:

  • aglio;
  • carote;
  • lattuga iceberg;
  • radicchio bianco;
  • fave e cechi;
  • lenticchie.

Calendario della semina di dicembre

Spinaci

A dicembre, infine, via libera a tutti quei vegetali che accompagneranno la tavola già nei primi mesi dell’anno. Fra i tanti, si possono scegliere:

  • aglio;
  • asparagi;
  • carote;
  • cipolle;
  • fave;
  • rape;
  • scalogno;
  • spinaci.

Seguici anche sui canali social