• GreenStyle
  • Pets
  • Orso uccide ammaestratore del circo: succede in Russia

Orso uccide ammaestratore del circo: succede in Russia

Orso uccide ammaestratore del circo: succede in Russia

Fonte immagine: davit85 via iStock

Un orso ha ucciso un giovane ammaestratore in Russia: protestano le associazioni animaliste, chiedendo il divieto agli animali al circo.

Un orso ha ucciso un giovane ammaestratore del circo, forse poiché spaventato dalla mascherina indossata come precauzione per il coronavirus. È quanto è accaduto in Russia nelle scorse settimane, una vicenda che ha spinto le associazioni animaliste a lanciare una petizione. I gruppi di tutela richiedono che gli animali vengano vietati dalle strutture circensi in tutto il mondo.

La vittima del drammatico incidente è un ragazzo di 28 anni che, secondo quanto riportato dalle fonti locali, cercava di apprendere il mestiere di ammaestratore.

Orso e circo: l’incidente

Il grave incidente è accaduto presso il Great Moscow State Circus, quando un giovane ventottenne si è avvicinato a un orso, perfettamente abituato alla presenza degli uomini. Secondo le ricostruzioni del Daily Mail, la vittima – Valentin Bulich – sarebbe entrato nella gabbia del plantigrado indossando una mascherina. Forse non riconoscendo il suo ammaestratore data parte del viso coperta, l’animale si sarebbe spaventato reagendo con un aggressivo attacco.

Yasha – questo il nome dell’orso – avrebbe quindi colpito il giovane con ripetuti colpi di artiglio, tanto da determinarne la morte. Inutili gli immediati soccorsi: ormai privo di conoscenza, il ragazzo è stato trasportato in ospedale, dove è deceduto dopo qualche ora.

La protesta animalista

La tragedia occorsa nel circo russo ha spinto diverse associazioni animaliste, dalla locale VITA a molte altre a livello internazionale, a lanciare una protesta online. Con una petizione, i gruppo di tutela chiedono l’intervento immediato dell’Ambasciatore russo negli Stati Uniti, Anatoly Antonov, affinché interceda con il governo di Mosca.

L’obiettivo primario è quello di richiedere l’approvazione di norme che rendano illegale il circo con animali selvatici. Ancora, i gruppi di tutela vorrebbero che simili norme vengano approvate in tutto il mondo, allineandosi così a nazioni che hanno già annunciato leggi analoghe. È il caso di Francia e Regno Unito, ad esempio, dove presto gli animali non saranno più ammessi in spettacoli di intrattenimento.

Gli animali selvatici sono spesso intrappolati al circo in gabbie disumane. Soffrono uno stress severo dai viaggi frequenti e dalla necessità di esibirsi ogni sera. Questi circhi sono lontani dal risultare divertenti. Le vite umane e animali sono a rischio. Combattiamo insieme affinché anche la Russia assicuri protezione a tutti gli animali.

Fonte: LadyFreeThinker

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle