• GreenStyle
  • Pets
  • Orso polare rovista nei rifiuti: il video in Siberia

Orso polare rovista nei rifiuti: il video in Siberia

Orso polare rovista nei rifiuti: il video in Siberia

Fonte immagine: Pexels

Un orso polare è stato avvistato nei pressi di una discarica, intento a ricercare disperatamente cibo tra i rifiuti: succede in Siberia.

Un orso polare è stato avvistato tra i rifiuti di una discarica, evidentemente alla disperata ricerca di cibo. È quanto è accaduto a Noril’sk, in Siberia, dove una femmina ha percorso centinaia di chilometri per raggiungere le aree più urbane, abbandonando così il suo habitat naturale. Stanco e debilitato, l’orso ha rovistato tra i rifiuti alla ricerca di qualche scarto di cui nutrirsi: sul posto sono giunte delle squadre di specialisti, i quali dovranno decidere le azioni da intraprendere per portare il plantigrado in salvo.

In zona non si vedevano orsi polari da oltre 40 anni. Eppure, nella giornata di domenica, una femmina stanca e denutrita è comparsa nei pressi di una discarica a cielo aperto. Fisicamente provato, l’animale ha trascorso gran parte del suo tempo sdraiato, per rialzarsi di tanto in tanto alla ricerca di cibo. Così hanno spiegato i responsabili dei servizi ambientali locali:

Si sta muovendo intorno a una fabbrica, sotto osservazione della polizia e dei servizi di emergenza, che stanno assicurando la sua sicurezza e quella dei residenti.

Secondo gli esperti, in singolare avvistamento potrebbe confermare l’effetto dei cambiamenti climatici sulla sopravvivenza di questa specie. Sebbene non si possa escludere la possibilità che il plantigrado si sia semplicemente perso, sembra più probabile l’ipotesi abbia deciso di abbandonare i suoi habitat tipici poiché ormai scarsi di cibo, nella speranza di potersi rifocillare altrove. Il rapido scioglimento dei ghiacci, infatti, porta a una riduzione delle prede tipiche di questi grandi animali, in particolare foche e pinguini. Ancora, la riduzione di ampie zolle di ghiaccio rende sempre più complessi gli spostamenti e il raggiungimento delle aree dove le prede sono più abbondanti o degli spazi maggiormente ideali per crescere la prole.

All’inizio del 2019, come riferisce SkyTG24, nella zona sono stati avvistati altri orsi affamati.

Fonte: Sky TG24

Seguici anche sui canali social