• GreenStyle
  • Pets
  • L’orso M49 è vivo: la Consulta conferma le leggi sulla cattura

L’orso M49 è vivo: la Consulta conferma le leggi sulla cattura

L’orso M49 è vivo: la Consulta conferma le leggi sulla cattura

Fonte immagine: Pexels

L'orso M49 è stato immortalato nei boschi, è vivo: incerto il suo futuro, nel frattempo la Consulta conferma le leggi provinciali.

L’orso M49, l’esemplare finito negli ultimi giorni sulle prime pagine della stampa nazionale per la sua incredibile fuga dal recinto elettrificato in cui veniva custodito, è vivo. L’animale è infatti stato avvistato ieri sul Monte Marzola, attorno alle 9.29 del mattino, immortalato da una foto-trappola. Nel frattempo, la Consulta conferma le leggi regionali del Trentino sulla cattura e l’eventuale abbattimento di orsi e lupi, così come riferito da Repubblica.

La vicenda dell’orso M49 è ormai ben nota. Dopo aver provocato alcuni disagi nei pressi di Trento, poiché esemplare decisamente vivace e attivo, il plantigrado è stato catturato agli inizi di luglio e posto all’interno di uno speciale recinto del Centro Casteller, specializzato nella cura e nel recupero della fauna locale. Nonostante la presenza di un muro elettrificato, fino a 7.000 volt, l’orso ha però ritrovato la libertà lo scorso 15 luglio, dandosi alla fuga. Poiché privo di radiocollare, sembravano remote le possibilità di avvistarlo nei fitti boschi della zona, eppure una foto-trappola è riuscito a immortalarlo.

Così come riferisce Repubblica, una squadra della forestale sarebbe già sul luogo per monitorare l’animale, sebbene al momento non è possibile fare ipotesi sul suo futuro. Nella giornata di ieri sulla stampa si è dibattuto a lungo sulla possibilità di abbattere il plantigrado, poiché considerato pericoloso, ipotesi a cui però si è opposto il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Sempre il quotidiano sottolinea come la Corte Costituzionale abbia ritenuto legittime le leggi approvate dalle Province Autonome di Trento e Bolzano sulla gestione, la cattura e l’eventuale uccisione di orsi e lupi. Secondo quanto riferito, non vi sarebbero quesiti di costituzionalità su questi provvedimenti, poiché pienamente inseriti nelle competenze legislative che vengono proprio conferite alle Province Autonome.

In attesa di nuovi sviluppi sulla faccenda, le principali associazioni ambientaliste e per la tutela degli animali – come Legambiente e il WWF – richiedono che l’orso venga protetto, scongiurando la possibilità di un abbattimento. Alcune associazioni, inoltre, hanno dichiarato l’intenzione di vagliare tutte le opzioni di legge per evitare la soppressione dell’orso.

Fonte: Repubblica

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Gli ululati dei lupi risuonano tra le strade del paese