• GreenStyle
  • Pets
  • Orsi scheletrici prima del letargo: mancano i salmoni in Canada

Orsi scheletrici prima del letargo: mancano i salmoni in Canada

Orsi scheletrici prima del letargo: mancano i salmoni in Canada

Fonte immagine: Unsplash

Avvistato in Canada un gruppo di orsi scheletrici, un pericolo prima del letargo: gli animali non trovano cibo a causa della scarsità di salmoni.

Un gruppo di orsi scheletrici si aggira nella natura incontaminata del Canada e, date le condizioni di salute degli animali, scatta l’allarme tra gli esperti. Con ormai poche settimane prima dell’avvio della fase del letargo, l’eccessiva magrezza di questi esemplari potrebbe impedire ai plantigradi di superare l’inverno. Tra le cause di questa condizione anomala, la riduzione sempre più importante di salmoni nei corsi d’acqua.

Gli animali sono stati avvistati nell’insenatura del Knight Inlet, da un fotografo canadese pronto a immortalarli in alcuni scatti. Gli orsi in questione appaiono eccessivamente magri, provati, privi di quel grasso che risulta per loro indispensabile per affrontare il rigido inverno. La Mamalilikulla First Nation, che monitora i plantigradi della zona da tempo, ha sottolineato come le condizioni siano velocemente peggiorate negli ultimi mesi.

Sono cambiati drasticamente in un paio di mesi. Questi orsi sono in pericolo.

Tra le ipotesi più accreditate per l’eccessiva magrezza degli orsi, la grande riduzione di salmoni nei corsi d’acqua dolce della zona. Gli stessi pescatori sottolineano come l’ultima stagione sia stata particolarmente complessa su questo fronte, con poche decine di esemplari pescati a fronte di anni precedenti particolarmente ricchi. Il fenomeno coinvolgerebbe tutta la Columbia Britannica, anche se le cause non sono al momento ignote.

Secondo gli scienziati, alla base di questo drammatico calo di pesci vi potrebbero essere i cambiamenti climatici. Le ondate di calore che hanno caratterizzato l’ultima estate, con temperature delle acque più elevate della norma, hanno reso fiumi e torrenti dei luoghi poco adatti allo sviluppo dei salmoni. Ancora, la continua alternanza tra inondazioni e periodi di siccità – a cui si assiste ormai da qualche anno – potrebbe aver reso difficile la riproduzione dei salmoni, con un’annata davvero povera di nuovi nati.

Negli ultimi giorni, i volontari della Mamalilikulla First Nation hanno distribuito dei salmoni nelle aree normalmente frequentate da questi orsi, dopo aver ricevuto delle donazioni in pesce da parte di alcuni pescatori locali. I plantigradi sono accorsi per consumarli con grande foga, segno della loro incredibile fame, ma al momento non è dato sapere se questi interventi permetteranno agli scheletrici animali di riprendere sufficiente peso prima del letargo.

Fonte: CNN

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Il pappagallo che abbaia!