• GreenStyle
  • Consumi
  • Orecchiette delle nonne baresi: pasta fatta a mano diventa un crimine?

Orecchiette delle nonne baresi: pasta fatta a mano diventa un crimine?

Orecchiette delle nonne baresi: pasta fatta a mano diventa un crimine?

Fonte immagine: Foto di pixel1 da Pixabay

Le orecchiette baresi fatte a mano dalle nonne di Bari vecchia potrebbero presto sparire per questioni normative secondo un'inchiesta del New York Times.

Fare a mano le orecchiette come da tradizione barese potrebbe diventare illegale. Non si intende ovviamente il preparare per proprio conto questo o qualsiasi altro tipo di pasta, ma quella che è ormai diventata persino un’attrazione turistica. Si tratta dell’attività portata avanti dalle nonne di Bari vecchia, che in via dell’Arco Basso preparano come una volta pasta fresca tradizionale.

Una tradizione che sembra sempre più scontrarsi con quella che è l’attuale normativa, che prevede una stretta vigilanza su quelle che sono le norme per la sicurezza alimentare e l’indicazione in etichetta degli ingredienti utilizzati. Che nello specifico sono esclusivamente acqua, farina e tradizione secolare. Nulla di strano o soprattutto di nuovo, ma non dimostrabile o certificato dalle nonnine di via dell’Arco Basso.

A portare alla luce il caso è un’inchiesta di Jason Horowitz, pubblicata sul New York Times (edizione internazionale), nella quale si percorre un viaggio alla scoperta non soltanto di una attrazione capace di richiamare baresi DOC e turisti da tutto il mondo, ma anche di come tradizione e modernità siano destinati a un inevitabile conflitto.

Il tutto è partito da un’ispezione della Polizia Locale di Bari in un ristorante della città. Durante i controlli sono stati ritrovati diversi chili di orecchiette realizzate proprio in via dell’Arco Basso, sprovvisti quindi dell’etichettatura prevista dalla legge. Da qui la multa comminata al ristoratore e la distruzione di chili di pasta fresca.

Ora le nonne di Bari vecchia temono per la loro attività, in diversi casi vera e propria fonte di sostentamento per le proprie famiglie. Senza dimenticare i benefici per il turismo locale, con visitatori da diversi Paesi del mondo divertiti e attratti dall’idea di fotografarsi con il “prezioso bottino”. Inevitabile come dicevamo il conflitto tra modernità e tradizione secolare, ma con un po’ di buon senso potrebbe essere possibile far sì che tutti ne escano in qualche modo vincitori.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Dentifricio alla menta fatto in casa