• GreenStyle
  • Pets
  • L’orca che aveva protetto il piccolo morto è di nuovo incinta

L’orca che aveva protetto il piccolo morto è di nuovo incinta

L’orca che aveva protetto il piccolo morto è di nuovo incinta

Fonte immagine: Pixabay

Di nuovo incinta l'orca che, un paio di anni fa, aveva commosso il mondo trasportando per settimane il suo cucciolo deceduto.

Un’orca aveva commosso il mondo intero un paio di anni fa, proteggendo per settimane un cucciolo, purtroppo da tempo deceduto. L’animale aveva dimostrato una caparbietà incredibile, trasportando il piccolo nelle acque nel Pacifico, nella speranza vana di un risveglio. Oggi giunge però una buona notizia: l’orca è di nuovo incinta. A rivelarlo un avvistamento tramite drone, un volo che ha potuto confermare la gravidanza del cetaceo.

Tahlequah – questo il nome dell’orca – era stata a lungo monitorata dai ricercatori. Nel 2018 l’animale si è aggirato tra le coste occidentali del Canada e degli Stati Uniti, trascinando faticosamente un cucciolo deceduto. Per ben 17 giorni l’esemplare aveva sperato in un risveglio del piccolo, per poi accettare la realtà e tornare in mare aperto.

L’orca fa parte di un branco di 73 esemplari, suddiviso in diversi gruppi familiari. È usanza di questi animali non abbandonare per qualche giorno i piccoli deceduti, tuttavia Tahlequah aveva stupito tutti, proprio per la durata del suo addio. Non solo due settimane accanto al cucciolo senza vita, ma addirittura 1.600 chilometri percorsi, trascinando con se l’amato figlio.

Durante una recente ricognizione, per scoprire le condizioni di salute del branco e individuare eventuali esemplari in stato di gravidanza, è finalmente giunta la buona notizia. L’orca è infatti in dolce attesa e, fatto addirittura straordinario, sembra essere l’unica incinta del suo gruppo. Un fenomeno a dir poco singolare, considerando come questa specie tenda ad avere gravidanze sincronizzate, affinché tutte le madri possano contemporaneamente provvedere al benessere dei nuovi nati.

La notizia della gravidanza, per quanto gradita data la storia di questo esemplare, ha però messo in allerta gli esperti. La riduzione delle nuove nascite fra i gruppi di orche del Pacifico è ormai una tendenza a cui si assiste da anni, così come spiegano diversi studi. Così riporta CNN:

Gli studi dell’Università di Washington hanno dimostrato che i fallimenti riproduttivi delle orche sono collegati a problemi nutrizionali, dovuti al ridotto accesso alle prede di salmone reale.

Fonte: CNN

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle