Orata: ricette light perfette per la dieta

Orata: ricette light perfette per la dieta

Fonte immagine: Fish via pixabay

L'orata è un pesce di mare comune in tutto il Mar Mediterraneo, molto amato in cucina: ecco due ricette per light adatte alla dieta.

L’orata di mare è comune in tutto il Mediterraneo e si trova anche lungo le coste dell’Atlantico orientale, dal Regno Unito al Isole Canarie. Il suo nome latino deriva dalla caratteristica fascia dorata che l’animale ha tra gli occhi. Può vivere in acque marine così come nelle acque salmastre delle lagune costiere. Si nutre di molluschi, crostacei e piccoli pesci.

La maggior parte delle orate che troviamo sui banchi dei pescivendoli e nei supermercati proviene da pesca in acquacoltura. L’Unione Europea è di gran lunga il più grande produttore al mondo, seguito dalla Turchia. Tra i Paesi dell’UE, la Grecia è il maggiore produttore, seguita dalla Spagna. La Grecia è anche il principale esportatore verso i mercati di Italia, Portogallo, Francia e Spagna.

Le orate si cuociono intere: non capita, come nel caso di altri pesci, di trovarle già sfilettate nel banco del pescivendolo. In ogni caso è possibile servire l’orata cotta e già pulita, ossia i filetti privati della pelle e delle lische.

Ecco due ricette di facile realizzazione, alla portata di tutti, da servire con un ricco contorno di verdure di stagione fresche o cotte a seconda dei gusti e delle occasioni.

Orata al forno agli aromi

Tuna

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 orate di peso medio, pulite e preparate per la cottura;
  • 1 limone da coltivazione biologica;
  • 200 ml di brodo vegetale al naturale;
  • 100 ml di vino bianco secco;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • un mazzetto di erbe aromatiche miste;
  • 3 pomodori sodi e maturi;
  • 1 peperone rosso di medie dimensioni;
  • 1 cipolla rossa media;
  • aceto di vino rosso.

Preriscaldare il forno a 180°C. In una ciotola mescolate il vino, l’olio d’oliva, il succo di mezzo limone e le erbette aromatiche finemente sminuzzate. Lavate e asciugate il pesce quindi, con l’ausilio di un coltello affilato, fate tre grandi tagli in diagonale per ogni lato del corpo. Trasferite le orate in una teglia da forno e condite con la marinata appena preparata. Tagliare l’altra metà del limone in 12 mezze fette e posizionatele in ogni taglio. Unite il brodo, quindi infornate sulla griglia centrale per 40-45 minuti.

A cottura terminata, sfornate quindi servite il piatto caldo, con un contorno di verdure fresche di stagione. L’eventuale abbinamento con le patate al forno farà di questa ricetta un gustoso piatto unico.

Orata alla griglia

Grilled-rombo

Ingredienti:

  • 2 orate di peso medio, pulite e preparate per la cottura;
  • 2 limoni da coltivazione biologica;
  • prezzemolo fresco sminuzzato;
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • mix di pepe rosa, verde e nero.

Lavate e asciugate il pesce e, nel frattempo, riscaldate la griglia. Distribuite sul pesce l’olio extravergine di oliva precedentemente mescolato con il pepe grattugiato fresco e il prezzemolo. Non usate il mix aromatico all’interno, perché potrebbe sopraffare il gusto delicato della carne. Cuocete i pesci sulla griglia. Il tempo di cottura dipende dalle dimensioni degli esemplari: la carne dovrebbe essere bianca e per nulla trasparente, inoltre dovrebbe facilmente sfaldarsi. Riprendete le orate cotte sulla griglia quindi servite con con verdure fresche o cotte sempre alla griglia. Qualche fetta di pane o polenta alla griglia renderà questa ricetta un ottimo piatto unico.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Ciliegie senza glifosato: interviste ad Apofruit e Coop