• GreenStyle
  • Salute
  • Omeopatia non ha basi scientifiche, a sostenerlo l’Ordine dei Medici

Omeopatia non ha basi scientifiche, a sostenerlo l’Ordine dei Medici

Omeopatia non ha basi scientifiche, a sostenerlo l’Ordine dei Medici

L'omeopatia non ha basi scientifiche e può garantire al più un effetto placebo, ad affermarlo l'Ordine dei Medici.

L’omeopatia non ha basi scientifiche. A ribadirlo è la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri attraverso le pagine del proprio sito ufficiale, secondo la quale attualmente non vi sarebbero prove che ne dimostrino “la fondatezza delle teorie omeopatiche”. Una nuova tegola colpisce quindi l’approccio terapeutico ideato nell’Ottocento dal medico tedesco Samuel Hahnemann.

Secondo l’Ordine dei Medici l’omeopatia non potrebbe quindi essere equiparata ai normali trattamenti terapeutici, mancando evidenze che ne dimostrino l’efficacia. Come è riportato sul sito dottoremaeveroche.it, gestito dalla Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri:

Sebbene vi siano pubblicazioni di vari studi, allo stato attuale non ci sono prove scientifiche né plausibilità biologica che dimostrino la fondatezza delle teorie omeopatiche (quella dei simili, la succussione o l’utilità delle diluizioni per potenziare i rimedi) secondo i canoni classici della ricerca scientifica. Infatti, diversi studi condotti con una metodologia rigorosa hanno evidenziato che nessuna patologia ottiene miglioramenti o guarigioni grazie ai rimedi omeopatici. Nella migliore delle ipotesi gli effetti sono simili a quelli che si ottengono con un placebo (una sostanza inerte).

Al più secondo i medici potrebbe verificarsi, in coloro che ricorrono all’omeopatia, un “effetto placebo”. Come ha affermato il ginecologo Salvo Di Grazia, da anni impegnato nello smascherare delle bufale “mediche” e autore della pagina riguardante i trattamenti omeopatici:

D’altra parte sarebbero numerose le testimonianze personali che riferiscono di successi terapeutici dovuti all’omeopatia, ma questi potrebbero essere facilmente spiegabili con l’effetto placebo, con il normale decorso della malattia o con l’aspettativa del paziente. L’effetto placebo è conosciuto da tempo, ha una base neurofisiologica nota e funziona anche su animali e bambini, ma il suo uso in terapia è eticamente discutibile e oggetto di dibattito.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

La Mobilità si fa in 4, l’iniziativa di Arval per le scuole