Omega-3 in gravidanza previene l’ipertensione nel bambino

Omega-3 in gravidanza previene l’ipertensione nel bambino

Secondo un nuovo studio le madri che assumono omega-3 dal pesce durante la gravidanza aiutano il bambino a prevenire malattie legate alla pressione alta.

Le donne incinte che mangiano una porzione giornaliera di pesce grasso contenente omega-3 proteggono il bimbo da malattie future legate alla pressione alta. La tesi è stata pubblicata in un nuovo studio su JAMA Network Open. Analizzando le condizione di salute di bambini obesi con un’età inferiore a sei anni i ricercatori hanno scoperto che alcuni di loro non soffrivano del “tipico picco della pressione arteriosa sistolica”.

Ulteriori ricerche effettuate sull’argomento hanno poi confermato questa particolare tesi spiegando che la maggior parte dei bambini in cui sono state riscontrate le caratteristiche fisiche avevano madri che assumevano DHA (acido docosaesaenoico, un acido grasso omega-3 che si trova principalmente in pesce e frutti di mare come aringhe, ostriche, salmone, tonno e merluzzo) durante la gravidanza.

I risultati migliori sono stati osservati nei bambini di donne che avevano assunto 600 milligrammi di DHA al giorno. Lo studio ha coinvolto 171 bimbi la cui pressione sanguigna è stata misurata ogni sei mesi dall’età di quattro anni. Susan Carlson, professore associato di nutrizione all’Università del Kansas, ha spiegato:

Il consumo di acido docosaesaenoico (DHA) e acido eicosapentaenoico dall’olio di pesce è ben noto per ridurre la pressione sanguigna negli adulti e nei bambini.

Tuttavia c’è stato un recente interesse nella potenziale associazione di programmazione del DHA in utero e nella prima infanzia con funzioni fisiologiche a lungo termine, compresa la pressione sanguigna. Uno studio olandese ha collegato DHA più elevato e pressione arteriosa infantile inferiore.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Ventotene e il dissalatore: l’editoriale di Pecoraro Scanio