• GreenStyle
  • Salute
  • Olio di vaselina: le controindicazioni e le alternative possibili

Olio di vaselina: le controindicazioni e le alternative possibili

Olio di vaselina: le controindicazioni e le alternative possibili

L'olio di vaselina viene impiegato come lassativo per via orale o rettale: diverse le controindicazioni ma anche le alternative possibili.

L’olio di vaselina è comunemente noto a tutti per essere un lassativo che viene utilizzato in diversi modi, l’obiettivo comunque è quello di mantenere morbide le feci per diminuire lo sforzo defecativo in caso di costipazione, dopo operazioni alle emorroidi (o altre operazioni chirurgiche), per svuotare l’intestino prima di interventi chirurgici, esami radiologici ed endoscopici. La consistenza è oleosa, inodore e incolore ed è formata da  idrocarburi pesanti. La vaselina può portare diversi effetti collaterali tra cui il presentarsi di crampi addominali e diarrea. Possono sopraggiungere anche l’irritazione del retto e la riduzione dell’assorbimento delle vitamine liposolubili. Inoltre Uno studio del 2011 ha rilevato che gli idrocarburi degli oli minerali sono tra i contaminanti presenti nel corpo umano, pari a circa 1 grammo per persona. La contaminazione avviene soprattutto per inalazione di aria inquinata, assunzione di cibo contaminato, e assorbimento cutaneo. Ecco perché è importante pensare ad alternative possibili.

Olio di Vaselina: le alternative possibili

Olio di vasellina: effetti collaterali e alternative

Di seguito un elenco completo di alternative che possono sostituire la vaselina:

  • Burro di karitè: ricco di vitamine A, E e acidi grassi, il burro di karitè rappresenta una delle alternative naturali più consigliate. Riduce le infiammazioni cutanee e aumenta la produzione di collagene.

     

  • Burro di cacao: fonte di antiossidanti e acidi grassi benefici per la pelle, molto utile per contrastare efficacemente l’invecchiamento precoce, anche in questo caso ottimo alleato contro i problemi legati all’intestino.
  •  

    Olio di cocco: stessa consistenza della vasellina ma più profumato, è uno degli oli migliori per la salute e la bellezza della pelle perché ricco di acidi grassi saturi dalle naturali proprietà antibatteriche e fungicide.

  • Cera d’api: in maniera riconducibile ai petrolati, anche questa forma un film protettivo sulla cute, migliorandone l’idratazione. La cera d’api viene generalmente miscelata ad altri ingredienti per preparare diverse ricette fai da te di prodotti di bellezza, in particolare balsami per le labbra e creme per il corpo. A volte miscelato anche con la vasellina può essere utile per amplificarne gli effetti.
  •  

    Olio di jojoba: assolutamente appropriato per la sua composizione simile a quella del sebo, ovvero la sostanza oleosa prodotta naturalmente dal corpo per nutrire e proteggere la pelle. È possibile mescolare l’olio di jojoba con il burro di karité per creare una lozione idratante e molto nutriente.

  • Avendo la vaselina diversi utilizzi esistono numerose alternative per compensarne la mancanza, il consiglio comunque è sempre quello di rivolgersi ad uno specialista che possa indirizzare al meglio delle singole esigenze.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

5 cibi ricchi di vitamina C (video)