Oli essenziali: cosa sono e perché si usano

Oli essenziali: cosa sono e perché si usano

Chiamati anche "essenze", gli oli essenziali sono sostanza naturali di origine vegetale aromatiche e profumate. Ecco i loro usi più comuni.

Chiamati anche solo “essenze”, gli oli essenziali o eterici sono sostanze pregiate di origine vegetale estratte dalle piante aromatiche e caratterizzate da una natura volatile a temperatura ambiente. Non si tratta di singole molecole, quanto piuttosto di miscele sostanze che risultano molto gradevoli all’olfatto umano. Vengono generalmente utilizzati per gli effetti benefici sotto forma di inalazioni, ma in qualche caso anche per assunzione orale o per assorbimento epidermico con pediluvi e massaggi.

Scelto dalla Redazione

Set di Oli Essenziali Anjou 18 x 5ml

Un mix per iniziare subito a coccolarsi

Set Regalo di Oli Essenziali Anjou 18 x 5ml (Lavanda, Arancia, Menta Piperita, Albero del Tè, Eucalipto e altro) senza additivi, parabeni o filler.

Le proprietà degli oli essenziali sono note fin dall’antichità, e per questo trovavano largo impiego in cerimonie religiose, nella preparazione di balsami e profumi, e per indurre calma o euforia in momenti conviviali. Nella pianta servono principalmente per attrarre gli insetti impollinatori, proteggere foglie e fusto dai predatori conferendo loro un sapore sgradevole, e per difendere dall’attacco di parassiti e infezioni. Nell’uomo, invece, vengono usati per:

  • Cosmesi: realizzazione di prodotti come profumi, creme, unguenti, oli da massaggio, detergenti per corpo e capelli, e così via.
  • Aromaterapia: ramo della fitoterapia che usa gli oli essenziali per curare corpo e spirito con applicazioni topiche, inalatorie e orali. Sfrutta gli effetti antibiotici, antimicotici, battericidi, carminativi e balsamico-espettoranti delle piante per lenire i fastidi di determinate patologie e condizioni, o per migliorare l’umore agendo sul sistema nervoso centrale.
  • Digestione: gli oli essenziali terpenici hanno una funzione blandamente irritativa sulle mucose dello stomaco, e ciò stimola la produzione di acidi gastrici; altri invece stimolano indirettamente la produzione di succhi attivando i meccanismi digestivi (certi profumi infatti fanno “venire l’acquolina in bocca” e questo viene interpretato dallo stomaco come l’arrivo imminente di cibo).
  • Diuresi: alcuni componenti degli oli essenziali promuovono una spiccata azione diuretica che in certe condizioni più risultare benefica.
  • Respirazione: alcuni oli, in primis l’eucaliptolo dell’eucalipto e il pinene del pino mugo, godono di proprietà attività espettoranti, antitussive e antinfiammatorie che aiutano contro i malanni stagionali, coadiuvando la respirazione e permettendo di espettorare il catarro.
  • Uso Alimentare: Si tratta di oli estratti con modalità adeguate e caratterizzati da un elevatissimo grado di purezza; devono esplicitamente riportare indicazioni per la sicurezza sulla somministrazione orale e vanno sempre diluiti. Servono a curare ma anche a instillare la bontà della natura nei cibi e nelle preparazioni gastronomiche. Pensate all’acqua di rose dei dolci mediorientali o all’acqua d’arancio della pastiera napoletana.
Per Aromaterapia

Oli Essenziali per Diffusori Top 6 Set

Per riempire casa di profumi inebrianti o calmanti

Oli Essenziali per Diffusori (pacco da 6) - Aromaterapia Olio Essenziale Biologici Puri 100%, SPA, Massaggio, bagno Profumato, regalo per sé e altri.

11,99 € su Amazon
12,99 € risparmi 1 €

Estrazione degli Oli Essenziali

Ogni olio ha una metodologia di estrazione più indicata, e tutte le estrazioni avvengono sempre dalla pianta fresca; quella secca, infatti, ha già perso gran parte degli elementi volatili; in casi limitati, si può carpire oli anche dai materiali derivati, come le resine.

I metodi principali di estrazione sono:

  • Pressatura o spremitura: Avviene sempre a freddo a partire dalla scorza dei frutti; è particolarmente indicata per gli agrumi.
  • Distillazione: Utilizzata solo con materiali derivati come resine ed oleoresine.
  • Distillazione in vapore: Si utilizza una corrente di vapore in un distillatore per estrarre gli elementi volatili e concentrarli. È la tecnica più diffusa, e risulta efficace anche con legni, cortecce, resine e foglie.
  • Enflourage: Tecnica costosa ma perfetta per ottenere oli essenziali da fiori molto delicati, dai petali o dalle parti molto tenere che si danneggerebbero irrimediabilmente ad elevate temperature. Il procedimento consiste nello stipare quantità crescenti di fiori in sostanze grasse, finché il grasso non si satura di oli essenziali. Poi si scioglie il grasso con l’alcol, e si separa infine l’olio essenziale.
  • Estrazione con solventi chimici o alcol: I solventi sciolgono le sostanze odorose, poi vengono rimosse o fatte evaporare; ciò che resta è l’olio essenziale. Molto usato per piante aromatiche pregiate come la rosa e il gelsomino, che altrimenti si rovinerebbero col calore.
  • Estrazione con anidride carbonica supercritica: È il procedimento più efficiente ma anche il più costoso, e per questo il meno usato.
Per la Pelle

Tea Tree Oil Puro 100%

Addio a imperfezioni e inestetismi cutanei

Tea Tree Oil, Olio Tea Tree Puro 100%, Naturale Olio Essenziale Tea Tree per Alleviare Imperfezioni della Pelle con Acne, brufoli e pelle impura.

Naturale = Sicuro?

Nonostante le numerose proprietà benefiche attribuite loro, gli oli essenziali spesso espletano le loro funzioni irritando reni o mucose; alcune sostanze sono tossiche e dunque pericolose per l’organismo, e possono determinare fenomeni di irritazione o tossicità. Un uso continuo nel tempo può generare fenomeni di sensibilizzazione e tossicità cronica; una quantità eccessiva, invece, può indurre una tossicità acuta.

Per la Cura del Seno

Olio di Fieno Greco

Un concentrato di giovinezza per lei

Olio di Fieni Greco - 100% PURO - Rassodante e Tonificante Seno, Olio Pressato a Freddo, con Vitamina E, per favorire un seno più sodo e pieno.

Naturale non significa che si possa abusare di una sostanza senza conseguenze; anche l’acqua, in dosi eccessive, può risultare tossica. Dunque è fondamentale attenersi sempre alle dosi raccomandate, e alle indicazioni riportate sulla confezione del fitoprodotto: il farmacista è amico. E soprattutto, scegliere sempre prodotti di qualità: il corpo -e la mente- ringrazieranno.

Bio e Alimentare

Olio essenziale Ravintsara BIO (30ml)

Il caldo abbraccio della canfora

Olio essenziale Cinnamomum camphora del Madagascar BIO 30ml - 100% Puro e naturale, adatto anche all'uso alimentare, cosmetico e per diffusori.

 

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle