Nuova Mini elettrica: potrebbe essere la Cooper S E

Nuova Mini elettrica: potrebbe essere la Cooper S E

La futura Mini elettrica potrebbe avere un'autonomia di 320 chilometri e un'impostazione derivata dalla Cooper S, la variante due volumi sportiva dell'attuale gamma della casa britannica.

La casa automobilistica Mini è da tempo al lavoro su un modello completamente elettrico. Si tratta di una novità molto attesa dagli addetti ai lavori e dai tantissimi estimatori del marchio inglese, che adesso potranno ingannare l’attesa con alcune interessante rivelazioni sulla futura proposta a zero emissioni.

Secondo alcune indiscrezioni provenienti da ambienti tedeschi (Mini appartiene al gruppo bavarese Bmw), la futura Mini elettrica sarà una berlina due volumi di impostazione sportiva, quindi un modello direttamente derivato dalla Mini Cooper S dal punto di vista estetico e contenutistico.

La vettura, anticipata a grandi linee dalla Mini Electric Concept esposta al Salone di Francoforte 2017, potrebbe quindi essere identificata come Mini Cooper S E, una sigla in cui l’ultima lettera indicherebbe proprio la propulsione elettrica. Dalla casa madre Bmw arriverebbe il motore, la stessa unità da 135 kW montata dalla “cugina” Bmw i3S, mentre sul fronte dell’autonomia si parla di percorrenze massime vicine ai 320 chilometri.

A differenziare esteriormente la Cooper S E dalla Cooper S a benzina ci sarebbero alcuni piccoli accorgimenti estetici, oltre ovviamente al prezzo che dovrebbe essere di poco superiore ai 30.000 euro. Il debutto ufficiale è in programma nei piani di Mini entro l’anno, seguito nei mesi successivi dalla produzione che avverrà quasi certamente nello stabilimento britannico di Oxford, nel sud dell’Inghilterra.

Seguici anche sui canali social