Nuova Delhi è di nuovo la capitale più inquinata del mondo

Nuova Delhi è di nuovo la capitale più inquinata del mondo

Fonte immagine: BDPhoto via iStock

Nuova Delhi è di nuovo la capitale più inquinata del mondo, per il secondo anno consecutivo: i livelli di PM 2,5 sono elevatissimi.

Nuova Delhi è di nuovo la capitale più inquinata del mondo. Dopo aver conquistato il triste primato nel corso del 2018, anche per il 2019 la città indiana si aggiudica la maglia nera per il suo inquinamento atmosferico. È quanto rende noto una classifica sviluppata da IQ AirVisual, una società svizzera, in base all’analisi dei livelli di PM 2.5 negli ultimi mesi.

Così come già accennato, i ricercatori hanno preso in considerazione i livelli dei PM 2.5 presenti in atmosfera: si tratta della forma di particolato più dannosa, poiché talmente sottile da poter raggiungere facilmente polmoni e alveoli. Nel corso del 2019, a Nuova Delhi la concentrazione di PM 2.5 per metro cubico d’aria è stata di circa 98.6: è più del doppio della cinese Pechino, altra città dagli elevati tassi di inquinamento, ferma a 42.1.

Le fonti principali di questo particolato sarebbero rappresentate dal grande traffico di automobili e motocicli che caratterizza la città, nonché dalle sue numerose fabbriche e dai siti di costruzione di nuovi edifici. Non bisogna però dimenticare la dannosa abitudine, diffusa soprattutto fra le popolazioni meno abbienti, di bruciare rifiuti di ogni genre, con l’emissione di sostanze chimiche pericolose come le note diossine.

Considerando l’impatto sulla popolazione locale, di oltre 20 milioni di persone, nel corso del 2019 solo quattro giorni tra novembre e dicembre hanno permesso di approfittare di una respirazione “soddisfacente” o di “medio livello”. L’elevatissimo tasso di inquinamento ha inoltre costretto le autorità a chiudere le scuole forzatamente per ben due volte, richiedendo agli utenti di rimanere in casa per evitare l’esposizione al nocivo smog.

Al momento le autorità locali non hanno ancora implementato specifici piani per ridurre le emissioni dannose di PM 2.5, a causa anche dell’estensione della città nonché dell’elevata concentrazione di residenti nei contesti urbanizzati.

Fonte: Al Jazeera

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: ottava lezione