• GreenStyle
  • Salute
  • Nube radioattiva in Italia: come evitare rischi per la salute

Nube radioattiva in Italia: come evitare rischi per la salute

Nube radioattiva in Italia: come evitare rischi per la salute

Si avvicina la nube radioattiva: vediamo quali rischi si corrono e quali sono i possibili rimedi per evitare danni alla salute causati dallo iodio 131

Manca poco al passaggio sull’Italia della nube radioattiva proveniente dalla centrale nucleare di Fukushima. In molti si stanno chiedendo quali saranno i possibili danni per la salute e come evitare conseguenze.

Con il disastro nucleare giapponese sono stati liberati iodio 131 e cesio 137, due radioisotopi molto pericolosi per la salute. Il primo colpisce negli uomini la tiroide, incrementando la probabilità di sviluppare un cancro. Il cesio 137 invece colpisce le catene alimentari anche nel lungo periodo, si stima che la sua durata possa arrivare anche a 30-40 anni.

Nella nube radioattiva che passerà sull’Italia sarà presente prevalentemente lo iodio 131. Non c’è allarme per la salute degli italiani, lo dicono tutte le autorità sanitarie, ma per chi fosse preoccupato della presenza di iodio 131, dannoso per la tiroide, c’è un rimedio: l’assunzione di ioduro di potassio.

Citiamo quanto scritto in proposito da LifeGate:

In Italia esiste un prodotto di cui tutte le farmacie dovrebbero essere provviste. Per acquistarlo è necessaria la ricetta del medico: si tratta della soluzione satura di ioduro di potassio al 50%. Va preso per tre giorni a dosaggio ridottissimo, tenendo presente che un flaconcino da 30 millilitri basta per 30 adulti. Il dosaggio dai 12 anni in su è di 3 gocce due volte al giorno per non più di 3 giorni. Ovviamente va preso prima che arrivi la nube, posto che arrivi.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social