• GreenStyle
  • Consumi
  • Narwhal: ecco il cane “unicorno”, nato con una coda in fronte

Narwhal: ecco il cane “unicorno”, nato con una coda in fronte

Narwhal: ecco il cane “unicorno”, nato con una coda in fronte

Fonte immagine: Pixabay

Narwhal è un cagnolino nato con una coda sulla sua fronte: secondo i veterinari, potrebbe trattarsi di un caso di assorbimento fetale.

Hanno fatto letteralmente il giro del mondo le immagini di un cane unico nel suo genere: un cucciolo nato incredibilmente con una piccola coda sulla fronte. Gli scatti sono rimbalzati senza sosta da un account social all’altro e il quadrupede è stato ribattezzato Narwhal, proprio poiché la sua singolare coda ricorda da vicino il corno dei narvali. Di primo acchito, in molti hanno pensato potesse trattarsi di un efficace fotomontaggio, in realtà vi sarebbe una spiegazione scientifica alla base della rara peculiarità del cane.

Il cagnolino è stato recuperato da Mac’s Mission, un’associazione statunitense con base in Missouri, specializzata nel recupero di animali affetti da problematiche genetiche, malformazioni oppure abusi. La segnalazione è giunta da alcuni passanti, i quali avevano avvistato lo strano cucciolo aggirarsi per le strade di Jackson, stupiti per la singolare caratteristica dell’animale.

Immediatamente recuperato e portato in un centro veterinario, tutte le analisi di rito hanno confermato uno stato di salute buono per il giovanissimo Narwhal. Per quale ragione, tuttavia, il cane è nato con una coda in fronte? Nonostante la necessità di ulteriori indagini, i veterinari ritengono si tratti di un fenomeno di “assorbimento fetale”: durante lo sviluppo del feto nel grembo materno, può capitare che i cuccioli letteralmente assorbano uno dei gemelli, preservandone però alcune delle caratteristiche. Questa eventualità non sarebbe così rara – secondo il Washington Post, accadrebbe per il 10 o il 15% dei cani – anche se normalmente non si presentano segnali evidenti al momento della nascita.

Nel caso di Narwhal, l’assorbimento del feto gemello ha probabilmente portato alla conservazione di alcune informazioni genetiche relative alla coda. Quest’ultima non è completamente formata, non incorpora infatti ossa né la relativa muscolatura, e per questo il giovane cagnolino non può muoverla. Dal un punto di vista teorico, l’appendice potrebbe essere rimossa chirurgicamente senza grandi conseguenze per il quadrupede, tuttavia sembra che i responsabili stiano valutando di lasciare all’animale questa singolarissima peculiarità, considerando come non sia di nessun disturbo per la vita del cucciolo né determini problemi di salute.

Come lecito attendersi, il piccolo Narwhal – probabilmente un meticcio bassotto – è diventato una star dei social network, dove in molti si sono radunati per omaggiare la sua rarissima bellezza.

Fonte: Washington Post

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!