Muore Vita, la cagnolina di Green Hill

Muore Vita, la cagnolina di Green Hill

Fonte immagine: Facebook

Vita, la cagnolina immortalata nel 2012 a Green Hill in un famoso scatto, è purtroppo venuta a mancare a causa di una malattia.

È stata protagonista di uno scatto passato alla storia, pubblicato sulle principali testate nazionali e internazionali: Vita, la cagnolina immortalata durante l’azione degli attivisti presso l’allevamento di Green Hill di Montichiari, è purtroppo venuta a mancare. È quanto conferma Leal, la Lega Antivivisezionista, in un aggiornamento sui social network riportato dal Corriere della Sera.

Così come già accennato, lo scatto risale al 2012, quando un gruppo di attivisti si recò presso l’allevamento di Green Hill a Montichiari, in provincia di Brescia, portando all’esterno della struttura diversi esemplari di razza Beagle. La cagnolina protagonista della fotografia, ai tempi ancora molto giovane, venne immortalata mentre alcuni cercavano di farla passare sopra al filo spinato della recinzione, tra decine di mani pronte a prenderla. L’immagine venne rapidamente ripresa da tutti i quotidiani nazionali, tanto da diventare una sorta di simbolo dell’intera vicenda, e venne inoltre condivisa da moltissime persone sui social network.

Chiamata Vita proprio in relazione alla sua uscita dall’allevamento, sembra che la cagnolina si sia spenta a seguito di una malattia. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, pare che il quadrupede abbia cominciato a soffrire di crisi epilettiche, curate negli anni con diversi farmaci. L’animale si è poi spento qualche giorno fa, con la conferma pubblicata sui social network lo scorso 5 marzo.

Terminata l’esistenza in allevamento, la cagnolina Vita è stata affidata a una famiglia che ha provveduto costantemente al suo benessere, offrendole degli anni sereni e spensierati, tra giochi, coccole e amore. La notizia della sua scomparsa ha generato comprensibile commozione sui social network, proprio poiché lo scatto che ha visto protagonista il quadrupede è ancora impresso nell’immaginario comune. In molti hanno voluto salutare il Beagle con un abbraccio virtuale, altri hanno invece preferito rivolgersi alla famiglia dell’animale per inoltrare un messaggio di cordoglio.

Fonte: Corriere della Sera

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!