• GreenStyle
  • Auto
  • Moto elettriche in gara sulle piste della MotoGP, il via nel 2019

Moto elettriche in gara sulle piste della MotoGP, il via nel 2019

Moto elettriche in gara sulle piste della MotoGP, il via nel 2019

Fonte immagine: Pixabay

Il CEO di Dorna Sports conferma che, a partire dalla stagione 2019, almeno cinque gare MotoGP saranno affiancate da una competizione per moto elettriche.

Così come già avviene da qualche tempo con gli sport motoristici su quattro ruote (la Formula E e l’Electric GT Championship ne sono esempi perfetti), anche le moto elettriche stanno per scendere in pista con una competizione che arriverà a toccare le più importanti piste di tutto il mondo. La notizia arriva direttamente da Carmelo Ezpeleta, amministratore delegato di Dorna Sports.

Sebbene non tutti ne siano a conoscenza, il gruppo spagnolo controlla ormai da diverso tempo i due più importanti campionati motociclistici del mondo (MotoGP e Superbike). Ezpeleta conferma che, a partire dal 2019, almeno cinque gare della MotoGP saranno affiancate da competizioni in cui scenderanno in pista due ruote spinte esclusivamente da motore elettrico. Nessuna informazione è al momento trapelata in merito ai circuiti coinvolti, ma si parla in modo generico di eventi collocati in Europa, almeno nella prima fase del progetto.

Ogni gara avrà una durata pari ad almeno dieci giri e tutti i 18 piloti ai nastri di partenza saliranno a bordo di un unico modello, capace di raggiungere i 200 Km/h (di poco inferiore alla velocità toccata nella categoria Moto3). Già quattro i produttori (al momento non sono trapelati i nomi) che hanno avanzato la loro proposta per fornire le moto elettriche. Possibile il coinvolgimento di alcun team che già corrono in MotoGP e Moto2.

Al fine di rendere l’iniziativa il più possibile green ed eco-friendly, le batterie verranno ricaricate immagazzinando esclusivamente energia prodotta tramite pannelli fotovoltaici (poi lasciati in dotazione ai circuiti), dunque in modo pulito e rinnovabile dal sole, anziché affidarsi a generatori tradizionali come invece avviene in altre competizioni.

L’obiettivo è, anche in questo caso, quello di creare curiosità e interesse nei confronti dei veicoli ad alimentazione 100% elettrica, promuovendone così a livello esteso l’utilizzo e favorendo un processo di transizione verso un modello più sostenibile della mobilità.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

EICMA 2018: intervista a Michael Castellano – NIU