Morso del cane: cosa fare e come evitarlo

Morso del cane: cosa fare e come evitarlo

Fonte immagine: Pixabay

Il cane può mordere anche il proprietario di affezione: una reazione istintiva che potrebbe nascondere significati e problematiche che è bene indagare.

Il cane è un animale leale, ma in alcuni casi potrebbe mordere anche il proprietario: un comportamento pregno di diversi significati e implicazioni. È fondamentale comprendere la dinamica che ha spinto l’amico al gesto, partendo dall’osservazione del contesto in cui è avvenuto il fatto, il tipo di interazione intercorsa e la risposta comportamentale messa in atto. Un percorso che risulta necessario così da impedire in futuro eventuali repliche, correggendo per tempo la reazione eccessiva dell’amico a quattro zampe.

Il cane morde: le cause

Cane e morso

Un cane adeguatamente socializzato ed educato difficilmente potrà reagire mordendo il proprietario oppure un estraneo, ma esistono casi limite in cui questa situazione potrebbe trasformarsi in realtà. Potrebbe semplicemente essere una questione di età, ovvero il cane è piccolo e cerca di conoscere il mondo attraverso la bocca: come tutti i cuccioli deve toccare ciò in cui si imbatte. Il quadrupede utilizza la bocca per comprendere ed esplorare il territorio, praticando un morso di intensità variabile perché ancora inesperto e incapace di dosare l’entusiasmo e la forza.

Ma il cane potrebbe anche mordere oggetti, giochi e mani anche per segnalare la presenza di un disturbo, come ad esempio un problema ai denti oppure per sfogare un accumulo di stress. Esisto casi più estremi che lo portano a reagire mordendo in modo aggressivo e ciò può accadere quando l’amico si sente in trappola senza via di fuga, oppure perché non è stato educato correttamente o ha imparato a giocare in modo errato. Il cane morde specialmente se nel suo passato ha vissuto violenze, maltrattamenti, è stato utilizzato per i combattimenti tra simili o vuole dominare, fino alla necessità di difendere la sua casa e il suo branco umano.

Come intervenire correttamente

In caso di morso e aggressività è indispensabile non correre e non punire l’animale, ma cercare di allontanarsi con calma distraendolo con del cibo sparso per terra. Meglio evitare il confronto e la sfida, perché potrebbe aumentare i livelli di ansia e paura agevolando una reazione negativa.

Se il cane morde per gioco lo si può distrarre consegnandogli un gioco come palline, ossa di gomma e corde ludiche. Se la reazione invece risulta violenta è necessario prevenirla con il supporto di un educatore specializzato in comportamento, che possa individuare le cause che l’hanno spinto al gesto correggendolo nel modo giusto. Un percorso comune che cane e proprietario affronteranno insieme così da imparare un linguaggio utile ad una migliore convivenza.

Il morso: le implicazioni

Cane e morso

Se il cane morde è importante valutare la gravità della situazione, lavando la parte lesa con acqua e sapone, disinfettando oppure correndo in ospedale se la ferita appare profonda. Se il responsabile è un cane estraneo, non correttamente gestito con il guinzaglio, possono subentrare conseguenze anche di tipo legale. Mentre se è un randagio è necessario rivolgersi all’ospedale segnalando tutto all’Asl e alle autorità di competenza. Per evitare una reazione violenta è necessario non avvicinare un cane se non si è in grado di interagire correttamente con lui, se non si comprendono i segnali di stress e se non lo si conosce perfettamente.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Questo cane ha trovato un modo efficace per protestare!