Monopattini elettrici, Milleproroghe: mezzo confiscato se non a norma

Monopattini elettrici, Milleproroghe: mezzo confiscato se non a norma

Allo studio novità per quanto riguarda l'utilizzo di monopattini elettrici: se non a norma si rischia la confisca del mezzo.

Novità in arrivo per i monopattini elettrici nel Decreto Milleproroghe. Nel futuro della micromobilità sembra esserci la fine dell’equiparazione perfetta tra biciclette e monopattini. Questi ultimi dovranno rispettare alcune specifiche caratteristiche, pena la confisca del mezzo con annessa sanzione pecuniaria.

Non sono ancora state rese note misure certe in merito alla gestione futura dei monopattini elettrici. Dallo stesso Ministero dei Trasporti viene riferito di un emendamento al Decreto Milleproroghe in forma di “prima bozza, molto approssimativa”. In merito alle tempistiche viene invece sottolineato che si tratta di un “testo che verrà completato non prima della fine della settimana prossima”.

Stando alle prime informazioni le caratteristiche dei monopattini elettrici dovrebbero essere le stesse già segnalate all’interno della Legge di Bilancio 2020, con obbligo di luci anteriori e posteriori, velocità massima 20 km orari e potenza massima del motore pari a 500 Watt. I mezzi che dovessero essere trovati a circolare in spazi pubblici e non rispettassero tali indicazioni potrebbero essere sequestrati, come accade per motocicli e ciclomotori.

Ancora non è stato indicato se verranno applicate differenziazioni anche in relazione alla superficie percorribile a bordo di un monopattino elettrico. Attualmente sono a disposizione degli utilizzatori sia la sede stradale che le piste ciclabili, unica eccezione i marciapiedi. Altra novità che sembra in arrivo è l’introduzione all’interno della misure di indicazioni più specifiche in merito all’utilizzo di segway, monowheel e hoverboard.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

CrossFit a casa: nona lezione