Monopattini elettrici a noleggio: oltre 2mila in arrivo a Milano

Monopattini elettrici a noleggio: oltre 2mila in arrivo a Milano

Fonte immagine: iStock

Monopattini elettrici, nominate le tre aziende vincitrici del bando lanciato dal Comune di Milano: le regole previste per il noleggio e la messa su strada.

Sono state nominate le aziende che potranno mettere sulle strade milanesi i monopattini elettrici a noleggio. Si tratta di Wind Mobility, Bit Mobility e Helbiz Italia, ciascuna delle quali potrà disporre di un massimo di 750 mezzi. Le vincitrici del bando del Comune di Milano dovranno tuttavia ottemperare ad alcuni obblighi, tra cui lo “sharing” di veicoli dotati di luci e numeri identificativi in qualche modo paragonabili alle targhe dei ciclomotori.

I monopattini elettrici che verranno messi a disposizione dei milanesi dovranno inoltre, ha sottolineato Palazzo Marino, “essere mantenuti in perfette condizioni di efficienza e sicurezza per l’utente”. Lo stesso Comune di Milano ha specificato quali sono gli obblighi amministrativi da espletare per avviare il noleggio dei mezzi:

Per iniziare a fornire il servizio di sharing le società dovranno versare il deposito cauzionale sotto forma di fideiussione e chiedere l’autorizzazione di avvio dell’attività presso gli uffici dell’Assessorato al Commercio. Contemporaneamente, in accordo con gli uffici della polizia locale, verrà fatta una verifica sui veicoli che saranno messi in strada affinché essi corrispondano effettivamente alle caratteristiche che l’Amministrazione aveva disposto nel bando.

Per quanto riguarda invece la sosta dei mezzi, nonché l’inizio e il termine del noleggio, il Comune di Milano ha specificato che:

I monopattini e simili potranno sostare esclusivamente negli stalli di sosta dedicati alle biciclette o a lato strada, dove non sia espressamente vietato e comunque sempre secondo le regole del codice della strada. Nella Cerchia dei Navigli, dove non esiste sosta libera, i monopattini potranno attivare e chiudere il noleggio solo in uno degli oltre 4.300 stalli sosta per biciclette attraverso sistemi tecnologici realizzati a cura delle società di gestione.

In base a quanto affermato dall’assessore alla Mobilità e Lavori pubblici, Marco Granelli, la sistemazione dei cartelli stradali e dell’altra segnaletica prevista verrà ultimata in questi giorni. I gestori dei tre servizi di noleggio dovranno investire 10 euro all’anno (per ciascun monopattino messo su strada) per comunicare e informare gli utenti su regolamenti di utilizzo e Codice stradale. Previsti infine, per ogni mezzo messo a disposizione degli utenti, 25 euro una tantum come deposito cauzionale e il versamento di 8 euro come contributo a garanzia degli eventuali “interventi di rimozione” effettuati dal Comune.

Seguici anche sui canali social

I Video di GreenStyle

Uber JUMP: come noleggiare le biciclette elettriche